Ex Cofa in vendita? E' polemica

Il capogruppo al Comune di Forza Italia Antonelli chiede al sindaco Alessandrini di bloccare la delibera della Regione che mette in vendita l'area dell'ex mercato ortofrutticolo a 13 milioni di euro

L'ex Cofa in vendita al prezzo di 13 milioni di euro. Parte la protesta di Forza Italia che, con il capogruppo al Comune Antonelli, chiede al sindaco Alessandrini di intervenire impedendo la vendita dell'area dell'ex mercato ortofrutticolo da parte della Regione, che si appresta fra l'altro a votare una legge che di fatto impedirà ai consigli comunali abruzzesi di intervenire in merito a questioni di urbanistica che vedono coinvolto l'ente regionale.

Secondo Antonelli, Alessandrini dimostra ancora una volta come gli interessi di Pescara siano costantemente scavalcati in favore del Governatore D'Alfonso:

Di fatto oggi è come se la Regione o, appunto, il Comune avessero deciso di mettere in vendita piazza Salotto o pezzi dell’area di risulta, ovvero le aree di maggior pregio del territorio, su cui i privati potranno fare ciò che riterranno più opportuno. E, cosa
peggiore questo accade nel momento più umiliante della storia politico-amministrativa della nostra Regione: la prossima settimana, infatti, approderà in Commissione un nuovo disegno della legge urbanistica regionale che esproprierà tutti i Consigli
comunali della possibilità di assumere decisioni circa la pianificazione urbanistica dei propri territori. Tradotto: semmai dovesse passare quella legge, il Consiglio comunale non potrà decidere più alcunchè rispetto alle scelte pianificatorie, non avrà più alcuna voce in capitolo sullo sviluppo urbanistico della nostra città

Antonelli chiede al sindaco di convocare subito una seduta straordinaria del Consiglio Comunale e di convocare anche un tavolo con la Regione, aperto alle opposizioni, per dire no ad una legge che rischia di incidere per i prossimi 20 anni sullo sviluppo urbanistico della città e dell'Abruzzo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E’ aberrante nonché paradossale che il centro- destra notoriamente disponibile e favorevole alla politica espansionistica economica senza compromessi, soprattutto quella dell'edilizia, in passato anche lei responsabile per aver stravolto e calpestato il piano regolatore di questa città, debba adesso fare opposizione e protezionismo del territorio per tamponare la peggiore politica disfattista e aberrante che oggi questa sinistra, strafottente e menefreghista della peggior specie potesse mettere in campo , sia a livello nazionale e soprattutto regionale, palesemente disponibile a “prostituirsi” per fare a pezzi questo paese, e svenderne ed incassarne i suoi proventi! Vediamo come al solito chi alla fine fra destra e sinistra riesce a mettere prima i denti sopra l’osso!!!

Notizie di oggi

  • Pescara calcio

    Il Pescara non sfonda, finisce in parità con la Cremonese

  • Incidenti stradali

    Donna investita a Porta Nuova finisce in ospedale

  • Cronaca

    Incendio a Pescara, la ricostruzione di quanto successo [FOTO]

  • Attualità

    Scritta razzista sui muri della sede di Pescara della Cgil

I più letti della settimana

  • Pescara, dramma ai Colli: due persone trovate morte in casa [FOTO]

  • Operazione Satellite, in manette 6 persone nel corso delle indagini sull'omicidio Neri [FOTO]

  • Indagini omicidio Alessandro Neri, in corso l'arresto di 6 persone

  • Elezioni Regionali Abruzzo 2019, l'elenco delle liste e dei candidati in corsa

  • Impazza in rete il videoclip girato a Pescara nel rione di Fontanelle

  • Arresti operazione "Satellite", il commento della madre di Alessandro Neri: "Confido nei carabinieri"

Torna su
IlPescara è in caricamento