Elezioni Comunali, Sclocco: "4 milioni per i quartieri ed un centro culturale per l'infanzia"

Stanziare 4 milioni di euro, equamente suddivisi fra i quartieri della città, per la riqualificazione urbana e sociale. La proposta arriva dalla candidata sindaco Marinella Sclocco

Suddividere la città in quattro macrozone, alle quali destinare 1 milione di euro ciascuna per la riqualificazione urbana e sociale dei quartieri. La proposta arriva dalla candidata sindaco del centrosinistra Sclocco, che torna sulla questione del degrado e della vivibilità dei quartieri, soprattutto periferici, con l'attivazione di un sistema di segnalazione diretta da parte dei cittadini, sul web, dei disservizi con una pronta e rapida risoluzione.

“Chiaramente questo andrà ad aggiungersi ad un sistema regimentato di manutenzione costante delle strade e delle piazze della città, in cui i luoghi più frequentati e rappresentativi saranno oggetto di un’attività di pulizia e decoro che andrà oltre quella ordinaria. E poi, una campagna di comunicazione per coinvolgere il cittadino nel mantenimento della pulizia, a partire dalla raccolta delle deiezioni animali”

La Sclocco torna anche sulla questione del progetto di riqualificazione dell'area di risulta, aggiungendo di non essere d'accordo nel realizzare un palacongressi come vorrebbe Confcommercio ma piuttosto un polo culturale dedicato soprattutto all'infanzia ed un parco verde di 5 ettari:

Penso ad un luogo per lo sviluppo e la diffusione di progetti culturali dedicata all’infanzia come il Muba di Milano, che ha una grande forza attrattiva e che favorirà anche l’ulteriore sviluppo del centro commerciale naturale cittadino. Le attività ricettive e commerciali ne avranno un grande giovamento. Dimostreremo che una città che pensa seriamente ai bambini è una città migliore per tutti

Attenzione anche all'edilizia scolastica ed alla questione mense, particolarmente calda e sensibile in città dopo l'episodio dello scorso anno con l'epidemia che colpì centinaia di bambini:

Per me la sicurezza degli edifici scolastici è la priorità. Il Comune ha competenza prevalentemente su scuole materne, elementari e medie, e per la prima volta nel 2016, dopo più di dieci anni di inattività delle precedenti amministrazioni comunali, è stata fatta la valutazione di impatto sismico su tutte le scuole primarie, quindi oggi abbiamo la mappa delle scuole rispetto alla loro sismicità. Sono stati investiti i primi milioni di euro per l’impatto sismico in diversi istituti ma bisogna andare avanti velocemente e terminare il lavoro iniziato. E poi, istituirò subito un organo di controllo, la nuova Commissione Mensa Cittadina e assegnerò al Comitato Mensa uno spazio pubblico dove i genitori possano riunirsi, scambiarsi idee e informazioni, e fare incontri con esperti di alimentazione

Infine la candidata del centrosinistra annuncia di volersi occupare, anche se non di competenza comunale, delle problematiche degli istituti superiori cittadini.

Potrebbe interessarti

  • Pescara, topo appare all'improvviso in via Milano [FOTO]

  • È vero che il bicarbonato aiuta a dimagrire?

  • Assegni familiari 2019: tutto quello che devi sapere

  • Come eliminare la sabbia in casa? Trucchi e consigli da provare

I più letti della settimana

  • Tragedia ad Ortona: morti annegati due fratelli di Montesilvano - FOTO -

  • San Valentino: muore per un malore durante il pranzo di Ferragosto

  • Paura a Pescara, bambino di 5 anni si perde in spiaggia

  • Si sente male mentre è in macchina e chiede aiuto, uomo morto in strada

  • Picchia il figlio di pochi anni davanti ai bagnanti, il racconto di un testimone

  • Esplode una bombola di gpl, paura a Città Sant’Angelo [FOTO]

Torna su
IlPescara è in caricamento