Elezioni Comunali Pescara, Masci si presenta: "L'obiettivo è vincere al primo turno"

Dunque sono sette le liste del centrodestra che appoggiano la candidatura di Masci: Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Udc, Pescara Futura, Amare Pescara e PrimaPescara

Carlo Masci, candidato sindaco a Pescara del centrodestra, si è presentato ufficialmente questa mattina, sabato 13 aprile, con l'apertura del comitato elettorale in viale Bovio.
L'incontro è stato presieduto dai vertici dei movimenti che compongono la coalizione: Nazario Pagano, coordinatore regionale di Forza Italia; Giuseppe  Bellachioma, coordinatore regionale della Lega; Stefano Cardelli, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Enrico Di Giuseppantonio, esponente Udc; Paolo Tarantelli, esponente della lista Pescara Futura e Piacentino D’Ostilio, fondatore della lista Amare Pescara.

Dunque sono sei le liste del centrodestra che appoggiano la candidatura di Masci: Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Udc, Pescara Futura, Amare Pescara, PrimaPescara.

Queste le parole di Masci nel corso della presentazione:

“Ho avuto la notizia della mia candidatura nel secondo anniversario della morte dell’amico Carlo Pace e  in questo percepisco chiaramente un filo conduttore per riprendere la rotta. Pescara è nata correndo e non si può fermare. Passeggiando per le strade della nostra città, assisto inesorabilmente a un disagio sociale e a un degrado urbano e periferico che, da pescarese, mi stringe il cuore. Ricordo quando anni fa si circolava tranquilli anche a notte fonda; oggi constatiamo tutti che i pericoli per la nostra incolumità ci minacciano anche in orari diurni. In merito alla sfida della Grande Pescara, voglio dare la spinta definitiva perché la nostra città raddoppi. Desidero ricordare il primo progetto europeo “Urban”, 24 miliardi per le periferie, che per l’entusiasmo di Carlo Pace nel ’94 ha riqualificato le zone degradate; insieme abbiamo dato vita agli eventi sul litorale, con un soddisfacente riscontro per il settore balneare. Ora ci sono le sfide del futuro l’accumulo di rifiuti che si staglia dinanzi all’ingresso del porto turistico, frutto del dragaggio del fiume, è un pessimo biglietto da visita per una città a vocazione turistica come la nostra”. Voglio essere il garante dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione: è inaccettabile che ci si debba sottoporre a un “tour de force” per richiedere i documenti; deve esistere un operatore virtuale che grazie all’intelligenza artificiale dia garanzia al benessere dei cittadini. Io la guardo la città, con le piante morte, scheletri in centro: bisogna ricreare la riviera per valorizzare una paesaggistica da competizione. Dobbiamo avere la visione del futuro".

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • La scienza spiega perché le zanzare pungono soprattutto alcune persone

  • Pericolo zecche: come riconoscerle e difendersi

  • Pizza in teglia a Pescara: i locali suggeriti dal Gambero Rosso

I più letti della settimana

  • L'autopsia non chiarisce le cause del decesso di Tiziano Paolucci, morto in strada dopo una lite

  • Maltempo, tromba marina davanti alla costa di Pescara [FOTO]

  • Annullato il concerto di Jovanotti a Vasto, la proposta del centrosinistra: "Il Jova Beach Party a Pescara"

  • Aeroporto, tre nuovi voli da Pescara per raggiungere le crociere di Costa: ecco quali

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Montesilvano, il Comune assume personale: al via il bando

Torna su
IlPescara è in caricamento