Elezioni Comunali Pescara 2019: presentati i candidati Pd Giampetro e Catalano

Presenti oltre ai due candidati anche il consigliere regionale Blasioli, la candidata sindaco di centrosinistra Sclocco e l'europarlamentare Cozzolino

Presentate questa mattina a Pescara, nel comitato elettorale di viale Bovio, le candidature al consiglio comunale di Piero Giampietro e Stefania Catalano per il Pd. Presenti la candidata sindaca del centrosinistra Marinella Sclocco, il consigliere regionale Antonio Blasioli e l’europarlamentare Andrea Cozzolino (candidato alle europee con PD- Siamo Europei)

Blasioli ha ricordato l'impegno e il valore aggiunto che i due candidati potranno dare al consiglio comunale, vivendo professionalmente sfide strategiche per la città quotidianamente:

La nostra comunità ha bisogno della loro esperienza e della loro tenacia e io punto su di loro, anche perché sono convinto che una persona che, come me, si è impegnata in prima persona per tanti anni ad amministrare Pescara, abbia il dovere di sostenere e supportare le nuove generazioni di amministratori

La Sclocco ha parlato di due alleati importanti per una campagna elettorale chiara e concreta:

"Insieme a loro, e a tutti i candidati della coalizione, potremo realizzare grandi cose. Per Pescara abbiamo idee chiare e concrete. Questa sarà la prima volta che amministrerò il Comune e la concretezza che ho sempre dimostrato farà sì che finalmente Pescara vedrà risolti i problemi che la inseguono da sempre”

Stefania Catalano:

“Mi presento alle elezioni comunali con tanto entusiasmo – ha affermato Catalano - e con la voglia di portare le conoscenze che ho acquisito in questi anni di lavoro presso la scuola, nel sindacato e nel volontariato a servizio della comunità pescarese. Credo che debbano essere punti qualificanti del programma politico: le infrastrutture sociali; l’eliminazione delle barriere, più mentali che fisiche; penso alla necessità di aprire centri diurni per anziani; a politiche più concrete a sostegno delle famiglie, puntando sui programmi 0-6 già previsti dalla normativa; e a interventi per l’edilizia residenziale pubblica, come l’abbattimento delle barriere architettoniche”.  

Piero Giampietro:

“Abbiamo amministrato cinque anni, ma i primi due sono stati bruciati dal predissesto finanziario. Con pochissime risorse a disposizione abbiamo compiuto scelte mai neutrali, come il Colle del Telegrafo, dove doveva nascere un albergo e invece oggi è uno dei parchi più belli dell’Adriatico. Dopo venti anni di chiacchiere sono arrivati i primi investimenti nel Centro Commerciale Naturale e questo lavoro non può fermarsi. Ora bisogna lavorare su un grande progetto: scuole aperte tutto il giorno, per trasformarle in centri civici a disposizione dei quartieri e prolungare il tempo pieno in ogni direzione, perché è da questo che si misura il grado di civiltà delle città"

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Montesilvano, mercatino di via Strasburgo completamente distrutto dal vento [FOTO]

  • Punture di medusa? Ecco cosa fare immediatamente

  • Carta di identità elettronica a Pescara: come richiederla o rinnovarla

I più letti della settimana

  • Uomo morto dopo un'aggressione in strada a Pescara [FOTO]

  • Emessa una nuova allerta meteo della Protezione Civile, ancora rischio grandine

  • Danni da grandine e maltempo, ecco come presentare la documentazione per il risarcimento

  • Rimborso per danni da grandine e maltempo, ecco come fare richiesta a Pescara

  • Pescara, sequestrata casa a luci rosse nel cuore di Porta Nuova - FOTO -

  • Maltempo, tromba marina davanti alla costa di Pescara [FOTO]

Torna su
IlPescara è in caricamento