Elezioni 2018, D'Alfonso nel mirino: spot elettorale abusivo e degrado al Palaelettra dopo il comizio

A segnalare la presenza della pubblicità elettorale che viola le norme in vigore durante la campagna elettorale è il candidato di "Potere al Popolo" Maurizio Acerbo, mentre sul caso del PalaElettra interviene Forza Italia

Uno spot elettorale su un tabellone luminoso fisso in pieno centro e degrado attorno al Palaelettra a tre giorni dal comizio di apertura della campagna elettorale, con decine di manifesti abusivi. Il Governatore D'Alfonso, candidato alle prossime elezioni politiche per il PD, finisce ancora nel mirino delle polemiche.

Maurizio Acerbo, candidato per "Potere al Popolo", s'infuria per la presenza di uno spot elettorale su un tabellone luminoso fisso, lungo viale Bovio a pochi passi dalla stazione in pieno centro. Uno spot che violerebbe le norme in vigore durante le elezioni, e per questo Acerbo ha segnalato il caso ai carabinieri ed ai vigili urbani.

D'ALFONSO SI CANDIDA AL SENATO

D'Alfonso avrebbe il dovere di rispettare le leggi, che in campagna elettorale vietano la pubblicità luminosa e fissa, e consentono soltanto la pubblicità negli appositi spazi elettorali. Non può non sfoggiare la sua prepotenza alla ricerca di sudditi e clientes. Il candidato PD notoriamente ha una certa idiosincrasia per il rispetto delle leggi - anche quelle che regolano campagne elettorali. Se sarà multato probabilmente non avrà problemi a pagare con i soldini che gli danno (im)prenditori amici o probabilmente confida che gli vengano annullate da prefetti amici. Segnalata la palese illegalità attendiamo di verificare quanto tempo impiegheranno le autorità competenti a rimuovere quella pubblicità

Sempre contro D'Alfonso arriva la stoccata di Marcello Antonelli, capogruppo al Comune di Forza Italia, che segnala il degrado attorno al Palaelettra a tre giorni dall'evento elettorale che si è svolto all'interno del palazzetto, per il lancio della campagna elettorale del Governatore della Regione Abruzzo. Oltre ai rifiuti attorno al palazzetto, Antonelli sottolinea come siano presenti decine di manifesti elettorali palesemente abusivi.

Una fotografia di forte squallore e degrado che non è giustificabile a tre giorni dalla manifestazione, specie se pensiamo che ieri la zona ha ospitato anche il mercato rionale del lunedì, ma che evidentemente nessuno si è degnato in Comune o in Regione di segnalare ad Attiva la necessità di una bonifica sostanziale lungo la strada. E a farne le spese sono i residenti che si ritrovano a fare i conti con una scena post-bellica. Ovviamente esprimiamo il nostro biasimo per le condizioni in cui Pd e D’Alfonso hanno abbandonato la strada, che chiediamo di bonificare subito, e nel frattempo chiediamo alla Commissione Sport di organizzare già per domani un sopralluogo all’interno del PalaElettra per verificare come siano stati lasciati gli spazi del Palazzetto nel post-convention”.

Potrebbe interessarti

  • Vacanze in vista? Come richiedere il passaporto e dove rinnovarlo

  • Le 5 paninoteche di Pescara da provare assolutamente

  • Case vacanza, ecco gli 8 consigli della Polizia Postale di Pescara per evitare truffe

  • I 6 migliori abiti da cerimonia estivi da non perdere

I più letti della settimana

  • Uomo ritrovato morto a Pescara in un capannone abbandonato

  • Cerca di separare i genitori che litigano ma spinge il padre che cade e muore

  • Allarme bomba in pieno centro a Pescara, chiuso corso Vittorio Emanuele II

  • Silvi, schianto sulla statale 16: morto un centauro

  • Pescara, rapina violenta alla Gls: due arresti, uno è un dipendente della ditta di spedizioni

  • Fiori d'arancio per Massimo Oddo, l'ex allenatore del Pescara si è sposato

Torna su
IlPescara è in caricamento