"Disobbedisco", la mostra su D'Annunzio e Fiume è un flop? La proposta di Blasioli: "Renderla gratuita"

Il consigliere regionale ha calcolato che nel primo mese la mostra ha fatto registrare 112 ingressi paganti ed un incasso di poco superiore ai 300 euro

Un incasso di poco superiore ai 300 euro in un mese, per una spesa di allestimento ed organizzazione che supera i 115 mila euro. Sono questi, secondo il consigliere regionale Pd Blasioli, i numeri sconfortanti fatti registrare da "Disobbedisco", la mostra dedicata a D'Annunzio e all'impresa di Fiume presente all'Aurum dal 1 dicembre scorso.

Per Blasioli si tratta di un risultato imbarazzante, considerando il periodo di punta in cui si è deciso di inaugurarla, e nonostante la scia dei molti eventi dedicati al Vate finanziati dall'amministrazione comunale e regionale, con un costo per l'ingresso di 3 euro a persona ricordando che la spesa complessiva è stata di 400 mila euro, di cui 115 mila euro solo per "Disobbedisco".

DISOBBEDISCO IN MOSTRA ALL'AURUM

Ora, a meno che non si faccia una campagna a tappeto per portare tutti i sostenitori del centrodestra e le loro famiglie all’Aurum da qui al 27 settembre, data di chiusura dell’evento, viste le premesse la mostra potrebbe non essere destinata ad avere incassi migliori nei prossimi 9 mesi. Confermando il trend attuale infatti arriviamo a un incasso a fine mostra che ammonta a poco più di 3.000 euro, un’inezia rispetto ai suoi elevatissimi costi e la costante dell’autore, che dopo una presenza imponente fra gli appuntamenti de “La Festa della Rivoluzione”, dopo cinque anni ricompare sulla scena culturale pescarese, senza portare un impatto positivo per la città, se non dal punto di vista dell’offerta.

Blasioli evidenzia come altri eventi in città facciano registrare incassi record, come i Premi Flaiano o il Fla che ha fatto registrare oltre 30 mila presenze nell'ultima edizione.

Parliamo qui di due appuntamenti culturali fra i più seguiti in Abruzzo e con una eco ormai di livello nazionale, ma che ciononostante, hanno avuto o per ora nulla (come succede al Flaiano per cui la maggioranza si è impegnata, con tanto di scuse, a dare risorse successive), o meno di un terzo dei finanziamenti dannunziani, anzi, in fase di approvazione del bilancio regionale, il centrodestra ha persino bocciato due emendamenti del centrosinistra per potenziare le somme destinate dalla Regione che, evidentemente, solo in teoria è aperta alla cultura di qualità, ma in pratica è capace di proporre solo quella che propinano amici e alleati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto Aldo Lavorato, storico titolare della pizzeria "Regina" di via Mazzini

  • Incidente a Penne, morta una donna sulla statale 81: gli aggiornamenti - FOTO -

  • Conto alla rovescia per il volo da Pescara verso la crociera Costa nei Caraibi

  • Tragico incidente a Penne: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna

  • Tragedia a Penne, uomo colto da infarto muore in un bar

  • Scacco alla banda italo-albanese, maxi operazione anti droga anche a Pescara

Torna su
IlPescara è in caricamento