Terremoto nel Pd abruzzese: si dimette il segretario regionale Rapino

Rapino ha rassegnato le dimissioni sperando che il suo gesto possa portare alla coesione ed a nuovi stimoli il partito in vista degli importanti appuntamenti elettorali previsti in Abruzzo

Il segretario regionale del Partito Democratico Marco Rapino ha rassegnato le dimissioni. Rapino ha preso questa decisione sperando che il partito possa ritrovare coesione e nuovi stimoli per le importanti sfide elettorali che lo attendono in Abruzzo. Rapino ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato con lui per "il periodo più bello della mia vita" ammettendo di aver compiuto errori ma aver portato a termine anche tante cose buone.

Continuerò a dare il mio contributo quotidianamente. Ritengo che in questo momento ci sia bisogno di tutti e che tutti si sentano coinvolti in un processo di cambiamento inevitabile. Lasciatemi dire che non dobbiamo spaventarci, ma dobbiamo metterci tutto il nostro coraggio.

E’ la storia che ce lo impone. L’Italia sta vivendo un momento di enormi difficoltà, il governo populista con la sua propaganda rischia di demolire i valori sui quali abbiamo costruito l’Italia dal dopoguerra. Abbiamo il dovere di rialzarci, di smetterla di pensare ai piccoli problemi personali e di rimetterci in cammino.

In questi anni so di aver fatto molti errori e alcune cose buone. Sono convinto però di non aver mai anteposto la mia ambizione all’interesse della nostra comunità politica. Con la scelta di oggi ritengo di creare le condizioni affinché anche in Abruzzo il Pd avvii una discussione profonda che lo porterà a Congresso subito dopo le elezioni regionali.

La tornata elettorale che ci apprestiamo a vivere va affrontata con la certezza di aver governato bene la nostra Regione e con la sicurezza di proposte che parlino di cose da fare per il futuro. Dobbiamo sapere che nell’epoca della percezione i nostri avversari faranno di tutto per raccontare e distorcere quello che proporremo. Noi dobbiamo parlare del futuro dell’Abruzzo, allearci con i cittadini, essere perno di una coalizione che riparta dai contenuti, dagli amministratori locali e che abbracci gli abruzzesi che vogliono fare della nostra Regione un luogo più bello dove vivere. Per raggiungere gli obiettivi abbiamo bisogno che il Pd torni a fare il Pd. Spero che le mie dimissioni non aprano polemiche, ma suggeriscano soluzioni

Il partito ora è stato affidato al suo vice, Renzo Di Sabatino ed al coordinamento politico appena costituito.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire e igienizzare la lavatrice: consigli per un bucato perfetto

  • Matrimoni all’aperto a Pescara e dintorni: le location più suggestive

  • Case vacanza, ecco gli 8 consigli della Polizia Postale di Pescara per evitare truffe

  • I 6 migliori abiti da cerimonia estivi da non perdere

I più letti della settimana

  • Massimiliano Allegri a spasso per le vie del centro di Pescara [FOTO]

  • Dal mare arriva un borsone con una cassaforte contenente portagioielli, la scoperta in spiaggia [FOTO]

  • Uomo ritrovato morto a Pescara in un capannone abbandonato

  • Allarme bomba in pieno centro a Pescara, chiuso corso Vittorio Emanuele II

  • Cerca di separare i genitori che litigano ma spinge il padre che cade e muore

  • Pescara, rapina violenta alla Gls: due arresti, uno è un dipendente della ditta di spedizioni

Torna su
IlPescara è in caricamento