D'Alfonso ringrazia l'Albania: "Nei momenti di difficoltà gli amici vengono sempre in aiuto"

Il senatore Pd, ex sindaco di Pescara ed ex presidente della Regione Abruzzo, ha voluto ringraziare l'Albania e il suo premier Edi Rama per l'invio di 30 sanitari albanesi in Italia con l'obiettivo di assistere i loro colleghi impegnati nella lotta al coronavirus

Il senatore Pd Luciano D'Alfonso, ex sindaco di Pescara ed ex presidente della Regione Abruzzo, ha voluto ringraziare l'Albania e il suo premier Edi Rama per l'invio di 30 sanitari albanesi in Italia con l'obiettivo di assistere i loro colleghi impegnati nella lotta al coronavirus:

"Nei momenti di grande difficoltà, gli amici vengono sempre in aiuto. Edi Rama è la dimostrazione della concretezza dei fatti, è il fratello che mette a disposizione ciò che ha in aiuto degli altri. Grazie Edi, grazie infinite per questa preziosa lezione di amicizia che hai dato a tutto il mondo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Va ricordato, a tale proposito, che Edi Rama in passato è stato anche a Pescara per partecipare a importanti incontri istituzionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I gilet arancioni manifestano a Pescara: “Cacciare Conte, sì a un nuovo parlamento”

  • Tragedia a Città Sant'Angelo, morta una bimba di 3 mesi e mezzo

  • Violenta rissa in via Rimini a Montesilvano con una ventina di persone coinvolte, 2 feriti [FOTO]

  • Sequestrate 10 auto nel parcheggio interno dell'aeroporto: l'assicurazione era scaduta

  • Titolare ubriaco di un locale della movida finisce nei guai: insulta e minaccia i poliziotti durante i controlli

  • Coronavirus Abruzzo: un solo nuovo caso, raddoppiano i pazienti in terapia intensiva

Torna su
IlPescara è in caricamento