Coronavirus, Verì: "La situazione è critica, ma il sistema finora ha retto bene"

All’ospedale di Pescara il livello dell’emergenza ha raggiunto il valore 3 su una scala di 4, ma si è riusciti a recuperare diversi posti di rianimazione. E a breve saranno pronti altri posti nelle strutture pubbliche riconvertite temporaneamente per fare fronte all’emergenza

Coronavirus: per l’assessore regionale alla salute, Nicoletta Verì, "la situazione è critica ma il sistema finora ha retto bene". Queste le sue dichiarazioni:

“Come assessore, oltre che come cittadina abruzzese, voglio ringraziare tutti gli operatori delle 4 Asl che da giorni stanno lavorando ininterrottamente per garantire la presa in carico e l’assistenza ai malati nelle nostre strutture”.

L'assessore Verì ha poi commentato l’evoluzione della diffusione dei contagi in Abruzzo:

“In pochi giorni abbiamo assistito a un aumento notevole del numero dei contagi, che hanno portato a un corrispondente aumento di coloro per i quali è stato necessario il ricovero in terapia intensiva. Ad oggi sono 28 in tutta la regione, ma si tratta di un dato destinato purtroppo ad aumentare. All’ospedale di Pescara, ad esempio, il livello dell’emergenza ha raggiunto il valore 3 su una scala di 4. Siamo però riusciti a recuperare diversi posti di rianimazione che sono stati messi a disposizione dei pazienti contagiati dal Covid 19, in un’ottica di rete di presidi hub e spoke che interagiscono tra loro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine la Verì ha annunciato che a breve saranno pronti altri posti nelle strutture pubbliche riconvertite temporaneamente per fare fronte all’emergenza, dove saranno trasferiti quei pazienti che non hanno bisogno di essere ricoverati in locali a pressione negativa, perché il loro quadro clinico consente questo regime di degenza in assoluta sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento