Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, il sindaco Masci alla Cittadella dell'Accoglienza: "Grazie a tutti i volontari pescaresi" - VIDEO -

 

Il primo cittadino di Pescara Carlo Masci continua a far sentire la sua vicinanza ai pescaresi pubblicando video girati in diversi luoghi della città. Oggi il sindaco si è recato nella Cittadella dell'Accoglienza della Caritas, dove da sempre volontari operano per aiutare le persone indigenti e bisognose.

Masci ne ha approfittato per ringraziare tutti i volontari che ogni giorno spendono gratuitamente il proprio tempo per aiutare il prossimo, soprattutto in questo periodo difficile dovuto al Coronavirus:

L’epidemia di Covid-19 sta profondamente incidendo nella quotidianità di ognuno di noi, sta sconvolgendo le nostre abitudini e probabilmente, quando tutto questo sarà passato (e mi auguro di cuore che accada al più presto) ne cambierà molte. La necessità di non stare a stretto contatto con gli altri per evitare il contagio ha fatto scoprire come la scienza e la tecnologia possano tendere la mano alla fede: con le chiese chiuse è stato il web a portare il Vangelo nelle case e il conforto della preghiera.

Trovo lodevole l’iniziativa della Fondazione dell’Ordine regionale degli psicologi e psicoterapeuti di fornire assistenza telefonica gratuita a chi deve rimanere a casa e attraversa un momento non facile. «Non vi lasciamo soli», in questo caso, non è uno slogan, ma un modo concreto di condividere le angosce e di fornire gli strumenti per poterle superare.
E neppure i volontari, il personale del 118 e della Misericordia, medici e infermieri costantemente in prima linea, sono stati lasciati soli. Mi sono pervenute diverse segnalazioni che pasticcerie e pizzerie, di propria iniziativa, hanno inviato pasti e spuntini al personale che si sta prodigando nell’assistenza ai malati e negli interventi di emergenza, con turni massacranti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPescara è in caricamento