Caso Barusso: la Provincia dovrà pagare un milione e mezzo di euro

Doccia fredda per la Provincia di Pescara, condannata a pagare circa 1,5 milioni di euro a Edoardo Barusso, direttore generale nominato dalla precedente Giunta e subito revocato

Doccia fredda per la Provincia di Pescara e per l'amministrazione Testa.

La Corte D'Appello, infatti, ha condannato l'ente al pagamento di circa 1,5 milioni di euro ad Edoardo Barusso, ex direttore generale nominato nel 2000 dalla precedente amministrazione De Dominicis, e rimosso immediatamente dall'incarico. Barusso, infatti, non ha mai lavorato in Provincia.

Il presidente Testa ha commentato la sentenza sabato scorso, durante una conferenza stampa. Il presidente ha parlato di un fardello pesantissimo sull'ente che costringerà inevitabilmente ad effettuare scelte importanti e difficili, con un taglio agli investimenti e ritardi nei pagamenti a creditori.

"I cittadini e gli amministratori dei 46 comuni della Provincia devono sapere come stanno le cose e pur non volendo esprimere giudizi sulle scelte effettuate in passato non intendiamo prenderci responsabilità né essere giudicati per le decisioni inopportune e la superficialità di chi ci ha preceduto"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Testa non ha espresso giudizi su Barusso, il cui trattamento economico prevedeva circa 300 milioni di lire all'anno più i benefit.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento