Conto alla rovescia per l'apertura del parco dello sport in via Rigopiano: sopralluogo della commissione comunale - FOTO -

Il parco, realizzato con il contributo del Coni, sarà aperto a fine marzo per la parte dell'area verde, mentre i campi polivalenti ed il percorso podistico nel mese di aprile

Al via il conto alla rovescia per l'apertura al pubblico del parco dello sport, realizzato nell'area fra via Passo Lanciano e via Rigopiano. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione ambiente Petrelli al termine del sopralluogo odierno avvenuto assieme al responsabile unico del procedimento Angelo Giuliante, e i direttori dei lavori Alfredo Di Pierdomenico, responsabile per il Parco, e Daniele Di Nicola per gli impianti sportivi.

L'area, lo ricordiamo, è stata finanziata dal Comune con il contributo del Coni, e prevede la presenza di diversi attrezzi ginnici e di due campi polivalenti. L'area verde, quella dove si troveranno gli attrezzi, sarà inaugurata entro la fine di marzo, mentre per i campi polivalenti per basket e calcio a cinque si dovrà attendere il mese di aprile, quando con le temperature più miti avverrà la posa della pavimentazione sintetica.

Petrelli poi è sceso nei dettagli illustrando alcune delle principali caratteristiche del parco dello sport:

Il parco è stato dotato di tre diversi ingressi, accanto a quello di via Rigopiano ci sono due aree destinate allo sgambamento dei cani, il primo per animali di piccola taglia, il secondo a quelli di grossa taglia in modo da evitare problemi, con fontanella annessa per dissetare gli amici a quattrozampe. Poi c’è il percorso pedonale con percorso podistico perimetrale, costruito con terreno vegetale, simile al cemento, ma con effetto drenante a garanzia della sua tenuta nel lungo periodo, l’area è completamente recintata con la presenza di piante idonee ad assorbire CO2 e polveri sottili, 11 specie autoctone, 9 esotiche, conifere e latifoglie.

L'area è stata anche sottoposa a bonifica bellica, mentre Pescara Energia negli ultimi giorni ha iniziato ad installare i primi punti luce. Realizzata anche una struttura in cemento che ospiterà un chiosco che sarà gestito da un'associazione o ente che si occuperà di gestire l'intero parco.

Ora  c’è un unico dettaglio che ci preoccupa: il degrado del cantiere adiacente inerente la realizzazione degli alloggi dei Carabinieri a servizio della nuova caserma che, secondo i progetti, dovrebbe sorgere sempre in via Rigopiano. Allo stato attuale esiste solo l’edificio alloggi, che però sono allo stato grezzo: non c’è stato alcun intervento all’interno, non ci sono neanche gli infissi, né tantomeno dei balconi e, a detta dell’ingegner Di Pierdomenico, la struttura oggi è divenuta facilmente penetrabile, visto che il cancello d’ingresso è costantemente aperto, rendendo anche inutile la recinzione con il filo spinato installata tutt’attorno trattandosi di ‘zona militare’.

Sembra infatti che di notte siano state notate persone, probabilmente senzatetto, che dormono nella struttura, per non parlare delle condizioni igienico-sanitarie rese critiche dall’invasione dei piccioni che hanno nidificato all’interno della struttura.

Sulla questione, Petrelli ha chiesto al presidente della commissione sicurezza Foschi di aprire un confronto sul tema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Cadavere di un uomo rinvenuto in un'automobile nell'area di risulta - FOTO -

  • Muore davanti alla moglie incinta ed alla figlia: dramma a Montesilvano

  • Pescara dà l'ultimo saluto alla storica edicolante del centro Mirella Mattioli

  • Rissa in via Verrotti a Montesilvano, intervengono forze dell'ordine e ambulanza

  • Giovane si lancia dal balcone per gioco e finisce in ospedale in gravi condizioni

Torna su
IlPescara è in caricamento