Amianto pericoloso sul tetto di un palazzo in via Ilaria Alpi

Il provvedimento, come fa sapere l'assessore all'Ambiente, Isabella Del Trecco, è stato notificato direttamente nella mani di Marco Massimini, legale rappresentante della Massimini Costruzioni

Il Comune di Pescara aveva firmato un'ordinanza, risalente al 28 giugno 2017, con la quale certificava la presenza di amianto in condizioni di degrado sul tetto di un palazzo privato di via Ilaria Alpi.
Il provvedimento, come fa sapere l'assessore all'Ambiente, Isabella Del Trecco, è stato notificato direttamente nella mani di Marco Massimini, legale rappresentante della Massimini Costruzioni.

Massimini è titolare di parte degli alloggi dell’edificio, in data 14 luglio 2017.

«Tradotto», spiega la Del Trecco, «il signor Domenico Massimini e la sua azienda, a differenza di quanto sostenuto oggi, sanno benissimo da tre anni che sul tetto dell’edificio c’è amianto, anche danneggiato, quindi pericoloso, e che aveva 120 giorni per eseguire opere di bonifica. C’è tutto scritto nero su bianco nei documenti in possesso dell’amministrazione comunale e le carte sono inconfutabili».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo modo la Del Trecco replica alle affermazioni del proprietario di parte degli appartamenti sotto i riflettori in via Alpi per problemi di ordine sociale. L'assessore conferma anche come siano in corso indagini della polizia municipale sullo stabile, «per verificare l’abitabilità degli alloggi e soprattutto la presenza numerica all’interno di ogni singola abitazione, ricordando quanto previsto dall’ultima ordinanza anti-sovraffollamento firmata dal sindaco Masci che pone paletti precisi circa le possibilità di ospitalità di ciascuna unità abitativa esistente sul territorio. Che poi in via Ilaria Alpi ci sia una "bomba sociale" da disinnescare credo sia innegabile, lo dimostrano le immagini video girate dai cittadini, lo dimostrano i sopralluoghi, le foto e comunque anche su quel fronte credo si siano ormai attivate procedure che faranno la propria strada».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • Coronavirus, altre cinque vittime in Abruzzo: tre sono del Pescarese

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

Torna su
IlPescara è in caricamento