L'Abruzzo al primo posto in Italia per lo smart working dei dipendenti regionali

Lo ha fatto sapere l'assessore regionale Liris illustrando i primi dati del monitoraggio

Abruzzo al primo posto in Italia per lo smart working dei dipendenti regionali. Lo ha fatto sapere l'assessore regionale Liris, analizzando i primi dati di monitoraggio forniti dalla funzione pubblica sul lavoro da casa disposto per i dipendenti pubblici italiani con l'emergenza Coronavirus.

L'Abruzzo è in testa alla classifica sia per la percentuale di lavoratori che per il tempo, avendo predisposto l'attivazione di questa modalità ad inizio marzo, prima del decreto del 10 marzo del governo:

"L'Abruzzo figura in cima all'elenco, con una percentuale pari al 100% dei dipendenti in modalità smart working, fatte salve specifiche esigenze lavorative che richiedono la presenza fisica negli uffici. Il provvedimento con cui il dipartimento risorse umane della Giunta regionale, ha disposto lo svolgimento del lavoro a distanza per i dipendenti dell'ente porta la data del 5 marzo scorso, esattamente il giorno successivo a quanto indicato dal Ministero"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricordiamo che anche gli altri enti pubblici fra cui il Comune, hanno attiviato (compatibilmente con la funzione richiesta) il telelavoro da casa per i propri dipendenti, con l'ufficio anagrafe comunale che offre quasi tutti i servizi per i cittadini online, potendo richiedere documenti e certificati direttamente da pc o smartphone e tablet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento