La gioia di Maurizio Acerbo: "Sono felice per l'abolizione dei doppi vitalizi"

L'ex consigliere regionale, oggi segretario di Rifondazione Comunista, esprime soddisfazione dopo l'approvazione del ddl che introduce una rimodulazione dei vitalizi spettanti agli ex consiglieri regionali abruzzesi e il divieto di cumulo

Maurizio Acerbo

Il pescarese Maurizio Acerbo, ex consigliere regionale oggi segretario nazionale di Rifondazione Comunista, esulta dopo che è stato approvato all'unanimità il disegno di legge che introduce una rimodulazione dei vitalizi spettanti agli ex consiglieri regionali abruzzesi e il divieto di cumulo.

Ecco cosa dichiara Acerbo in una nota:

"Tanti anni fa lanciai presentai la proposta di legge per l'abolizione dei doppi e tripli vitalizi. Era il 2011. Oggi finalmente con tanto ritardo il Consiglio regionale dell'Abruzzo ha abrogato questo privilegio assurdo. Peccato aver perso tutto questo tempo. Avremmo risparmiato molti soldi. Le idee giuste non vanno mai sole per il mondo". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Terminator
    Terminator

    Strana affermazione da tal genere di persona.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Studentessa di Pescara scampata all'attentato di Strasburgo

  • Montesilvano

    Montesilvano: spaccio e violenza sessuale, sgominata baby gang

  • Cronaca

    Spoltore, ragazzina di 12 anni investita da un'auto

  • Attualità

    Rubinetti a secco in vari paesi del Pescarese, ecco dove

I più letti della settimana

  • Film su Gabriele D'Annunzio: si cercano 200 comparse a 90 euro al giorno

  • È morto Dj Alceste, stroncato da un ictus

  • Scoperto e denunciato a Pescara un falso nutrizionista, studio sotto sequestro [FOTO-VIDEO]

  • Incidente a Milano: morto un 23enne del Pescarese, era studente al Politecnico

  • Bimba travolta dall'acqua bollente della pentola, è grave

  • Insegue anziano di 100 anni dalle Poste a casa e lo aggredisce per rapinarlo [VIDEO]

Torna su
IlPescara è in caricamento