Trasporto pubblico, dal 2012 al 2016 a Pescara sono diminuiti i passeggeri

I dati derivano da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Istat e segnano un -7,2%. In Abruzzo, l’unico Comune capoluogo di provincia che fatto registrare un aumento dei passeggeri è Teramo

Dal 2012 al 2016 i passeggeri del Tpl a Pescara sono diminuiti del 7,2%. I dati derivano da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Istat. In Abruzzo, l’unico Comune capoluogo di provincia che fatto registrare un aumento dei passeggeri del Tpl dal 2012 al 2016 è Teramo (+1,1%).

Tutti gli altri presentano dati in calo: -7,2% a Pescara, -10,2% a L’Aquila e a Chieti. Per calcolare i passeggeri del Tpl sono stati presi in considerazione i seguenti mezzi di trasporto:

  • autobus,
  • tram,
  • filobus,
  • metropolitana,
  • trasporti per vie d'acqua,
  • funicolare,
  • funivia
  • altri sistemi ettometrici

In Abruzzo dal 2012 al 2016 i passeggeri del Tpl nei Comuni capoluoghi di provincia sono passati da 19,10 a 17,59 milioni, con un calo pari al 7,9%. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pescara usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Kebab a Pescara: i kebbari migliori

  • Scutigera in casa: perché salvarla (e non ucciderla)?

  • È vero che il bicarbonato aiuta a dimagrire?

I più letti della settimana

  • Pescara, trovato morto in casa dai genitori: dramma a San Silvestro

  • Tragedia ad Ortona: morti annegati due fratelli di Montesilvano - FOTO -

  • Niente Jova Beach Party a Pescara: arriva il no dello staff del cantante

  • San Valentino: muore per un malore durante il pranzo di Ferragosto

  • Precipitano con la moto dalla circonvallazione e fanno un volo di 6 metri

  • Pescara, gioco fra amici rischia di trasformarsi in tragedia: indagano i carabinieri

Torna su
IlPescara è in caricamento