Trovano una nuova famiglia quattro tartarughe marine curate a Pescara

Giulia, Indomita, Tiche e Vanessa adesso sono in buona salute e sono state adottate dagli alunni della scuola elementare "John Dewey" di Portocannone, che si trova in provincia di Campobasso

Trovano una nuova famiglia quattro tartarughe marine curate a Pescara, nel Centro recupero e riabilitazione tartarughe marine 'Cagnolaro' del Centro studi Cetacei. Gli esemplari, rimasti feriti dopo essere finiti nelle reti a strascico, poi recuperate, sono in buona salute e adesso sono stati adottati dagli alunni della scuola elementare "John Dewey" di Portocannone, in provincia di Campobasso.

La consegna è stata effettuata dai volontari di Ambiente Basso Molise Lino Zoglio e Luigi Lucchese, che hanno dichiarato:

"Con il contributo versato dagli alunni della 'John Dewey' potranno essere garantite le cure necessarie per la loro guarigione. Un esempio da imitare".

Ecco chi sono le 4 tartarughe marine:

  • Giulia, caretta caretta di 7 anni del peso di 4,3 kg, finita accidentalmente nelle reti al largo di Giulianova il 9 dicembre  
  • Indomita, 5 anni, 2,9 kg, finita in una rete il 28 novembre a Giulianova
  • Tiche, 6 anni, 3,30 kg, trovata in fin di vita a Vasto il 6 marzo 2015 con una grave infezione agli occhi
  • Vanessa, 8 anni, oltre 10 kg, salvata al largo di Ortona

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Coronavirus, un paziente risulta positivo al test: primo caso in Abruzzo

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento