A Loreto Aprutino i ragazzi delle scuole imparano a rispettare le piante

Lezioni del Conalpa nel parco dei Ligustri per insegnare alle scolaresche tutti i segreti degli alberi e la loro importanza nel nostro ecosistema

Imparare a rispettare le piante. Questo l'obiettivo dell'opera di sensibilizzazione del Conalpa Onlus verso il paesaggio e i grandi alberi.
La missione è quella di insegnare ai ragazzi delle scuole che cos'è un albero, farlo conoscere sotto l'aspetto naturalistico e paesaggistico e rispettarlo totalmente nella sua bellezza ed eleganza.

L'attività viene svolta nel giardino botanico di Loreto Aprutino, nel centro di educazione ambientale di interesse regionale parco dei Ligustri  con lezioni di botanica, arte dei giardini e biologia

«Qui insegniamo ai più piccoli la tutela dell'albero come essere vivente», spiega Alberto Colazilli, presidente del Conalpa Onlus (Coordinamento nazionale alberi e paesaggi) e curatore del parco botanico, «con il nostro lavoro di sensibilizzazione cerchiamo di produrre emozione, passione per stimolare voglia di conoscenza verso la natura. I ragazzi qui si avvicinano ai misteri dell'albero con serenità, senza fobia o pregiudizio, capendo attraverso il gioco la sua importanza per la vita sulla terra».

«Molti ragazzi», aggiunge Colazilli, «ci chiedono perchè un albero provoca delle vittime e noi spieghiamo che tutto sta nella cattiva gestione e perchè qualcuno li ha torturati e repressi. Gli alberi, essendo esseri viventi, sentono il dolore e la sofferenza, si ammalano e il tragico epilogo di tutto questo è la loro caduta su persone, palazzi e automobili. Spieghiamo che l'albero killer è solo un'invenzione, una leggenda metropolitana, che non ha alcun fondamento scientifico. Tanti bambini escono dal giardino arricchiti e migliorati. La nostra più grande vittoria è vederli rinnovati, sorridenti e privi di pregiudizi verso i grandi alberi».

Viene insegnato a bambini e ragazzi che l'albero è importante in città perchè combatte l'inquinamento, fornisce ombra nei mesi caldi, protegge dalle grandi alluvioni, ci fa stare bene psicologicamente. L'albero è una ricchezza di grande valore e non un problema. 

«Vedere molti ragazzi meravigliarsi di fronte a tanto verde, prendere appunti e fare disegni è un grande passo in avanti nella lotta  contro ignoranza e alberofobia», conclude Colazilli, «visti i recenti disastri, davanti  agli alberi dobbiamo solo abbassare la testa umilmente e chiedere scusa per i danni perpetrati alla loro bellezza. La presunzione di dominarli con violenza, in un mondo antropocentrico, è il nostro più grande fallimento. Ai ragazzi diciamo proprio questo: siate umili e gentili di fronte ai grandi alberi». 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    L'appello di Gessica Notaro agli studenti: "Denunciate e parlate senza vergogna"

  • Cronaca

    La città di Pescara dà l'ultimo saluto al linguista Lucio D'Arcangelo

  • Cronaca

    Ladro entra nel magazzino di un negozio ma viene scoperto dai proprietari

  • Cronaca

    Nasconde droga in un gradino della scala in casa, denunciato dalla polizia

I più letti della settimana

  • Pescara, dramma in via Catania: donna si spara alla testa

  • Furbetti del cartellino, indagati 17 dipendenti assenteisti: 7 interdetti

  • Ragazzo trovato morto nella sua auto nel pescarese

  • Concorso al Comune di Pescara, i posti di lavoro a disposizione

  • Lavoro, concorso all'Aca: 10 posti a disposizione: le figure richieste

  • Pescara, rissa in pieno giorno in centro: giovane finisce in ospedale

Torna su
IlPescara è in caricamento