"1968 gli uccelli" in proiezione all'Aurum

Il film documentario che racconta l'altro '68, quello creativo, artistico e gioioso, dopo la candidatura ai Nastri d'Argento, giunge a Pescara per l'anteprima abruzzese.

1968 Gli Uccelli, un assalto al cielo mai raccontato, racconta la storia del gruppo creativo degli Uccelli (in gran parte abruzzesi), che nel 1968, dalla facoltà occupata di Architettura di Valle Giulia, fu protagonista di molte azioni eclatanti che ebbero risonanza internazionale.

Roma, 9 febbraio 1968: con l’involontaria complicità del giovane professore Paolo Portoghesi, gli Uccelli fanno il nido per 36 ore sulla cupola di Sant’Ivo alla Sapienza, capolavoro del Borromini, occupando simbolicamente quella che fu la prima università della capitale.

Così, per merito dell’iniziativa di tre ragazzi di Architettura, gli studenti escono dalle aule universitarie per dar vita a un '68 diverso, partecipativo, più creativo. In un anno in cui ogni giorno succede qualcosa, le loro imprese finiscono sulle pagine dei giornali di tutto il mondo e attirano l’attenzione dei più grandi artisti del momento: Schifano, Pasolini, Moravia, Max Ernst, Dorazio, Angeli, Tano Festa e persino i Rolling Stones, per non citarne che alcuni. Con loro avranno intense relazioni, spesso autoinvitandosi a pranzo e cena, e una continua fonte d’ispirazione.

Gli Uccelli raccolgono consensi sempre più ampi, sovvertendo la vita dell’ateneo con animo surrealista e antagonista: pascolano pecore a Villa Borghese, che poi porteranno in salvo disinteressandosi degli scontri di Valle Giulia, bloccano gli esami lasciando razzolare nella facoltà 100 galline donate da Manzù, piantano un fico dal valore simbolico nel cortile di facoltà e realizzano una piscina sul retro della stessa, mentre con i loro happening creativi inventano “l’arma” dei murales, reclutando per quello sulla facciata dell’ateneo anche Guttuso.

Berlino, 11 aprile 1968. Rudy Dutschke, il leader del movimento studentesco tedesco, viene ferito in un attentato. Gli Uccelli volano a Berlino e stringono un sodalizio con gli appartenenti della Kommune 1. Insieme passano l’estate, occupando i Sassi di Matera su mandato di Carlo Levi per opporsi a una “diaspora disumanizzante”: la loro iniziativa darà via a quel processo che porterà i Sassi a divenire patrimonio dell’Unesco.

Ma non è tutto: a settembre, su invito del sindaco Corrao, riorganizzano la spedizione dei Mille per dare un futuro diverso a Gibellina dopo il tragico terremoto: ovunque vanno, coinvolgono studenti e popolazioni senza mai cercare lo scontro, se non che sul piano culturale.

Gli Uccelli hanno lasciato In molti un ricordo e la sensazione che la storia del movimento e dell’Italia sarebbe potuta cambiare seguendo la loro “terza posizione” che proponeva una rivoluzione estetico-culturale a superamento dello status quo e della militanza, ma del gruppo degli Uccelli si perse il ricordo quando lo scontro politico prese il sopravvento.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • "1968 gli uccelli" in proiezione all'Aurum

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2019
    • Aurum

I più visti

  • “Classicità e romanticismo moderni. Sironi e il suo tempo” al Museo Paparella

    • dal 7 dicembre 2018 al 26 maggio 2019
    • Museo Paparella Treccia
  • Torna “Arrostiland”, appuntamento a Villa Celiera nel giorno di Pasquetta

    • 22 aprile 2019
  • A Penne la mostra fotografica "L'Abruzzo in particolare"

    • Gratis
    • dal 12 aprile al 5 maggio 2019
    • Casa delle Arti e dei Mestieri
  • All'Aurum la mostra "L’Altro Abruzzo" di Luciano D’Angelo

    • Gratis
    • dal 12 aprile al 10 maggio 2019
    • Aurum
Torna su
IlPescara è in caricamento