Taxi Aeroporto Pescara, il Cna: "Bisogna applicare la legge"

Il direttore del Cna Salce interviene sulla questione dei taxi all'Aeroporto di Pescara, dopo le dure proteste dei tassisti pescaresi per la presenza dei colleghi teatini e di Montesilvano. "Va applicata la Legge"

L'applicazione della legge consentirebbe di risolvere in maniera rapida la spinosa questione dei taxi all'Aeroporto di Pescara.

Lo afferma il direttore del Cna Salce, intervenuto sul "caso" dei tassisti pescaresi in rivolta, che protestano per la presenza dei colleghi di Chieti e Montesilvano.

L'Enac, infatti, ha deciso di aprire le porte anche ai tassisti che provengono da fuori Pescara.

"Se al testo di legge si deve fare riferimento per quel che concerne l'accesso delle auto pubbliche (decreto legislativo numero 422 del 19 novembre 1997, ndr) occorre allora che tutti lo leggano bene e per intero: «Il comma 8 dell'articolo 14, che è poi quello oggi in discussione - prosegue Salce - se da una parte prevede sì che "sono autorizzati a effettuare servizio di piazza i titolari di licenze per servizio taxi rilasciate dai comuni capoluogo di Regione e di Provincia, nonché dal comune o dai comuni nel cui ambito territoriale l'aeroporto ricade" afferma Salce, che chiede un intervento forte da parte delle istituzioni che, invece, sarebbero assenti causando il clima di esasperazione raggiunto in questi giorni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caprara di Spoltore, paura per un autobus Tua finito fuori strada: almeno 10 feriti, uno è grave - FOTO -

  • Incidente autobus Tua, amputata una gamba alla ragazza ferita gravemente

  • Autobus Tua fuori strada a Caprara di Spoltore: gli aggiornamenti - FOTO -

  • Dramma della solitudine a Montesilvano, donna si impicca in casa

  • Incidente a Caprara di Spoltore, autobus contro albero: operata la 17enne ferita gravemente [FOTO]

  • Maria "la scostumata" di Villa Celiera riceve una simbolica laurea honoris causa [FOTO-VIDEO]

Torna su
IlPescara è in caricamento