Stalli assegnati ai colleghi di Chieti, sciopero dei tassisti di Pescara all'aeroporto d'Abruzzo

Il motivo dell'astensione dal lavoro è per protestare contro il decreto del presidente Marco Marsilio, che assegna ai tassisti di Chieti due stalli all'interno dello scalo aeroportuale

Sciopero in atto oggi, lunedì 9 settembre, da parte dei tassisti di Pescara aderenti al CoTaPe - Ugl che non forniranno servizi agli utenti dell'aeroporto d'Abruzzo.
Il motivo dell'astensione dal lavoro è per protestare contro il decreto del presidente Marco Marsilio, che assegna ai tassisti di Chieti due stalli all'interno dello scalo aeroportuale.

Questa la dichiarazione di Salvatore Lovaglio, presidente dei tassisti pescaresi:

«Quanto stabilito è una decisione non accettabile che mortifica i lavoratori del settore Taxi di Pescara e permette ai tassisti teatini di prendere clienti sul territorio comunale del capoluogo Adriatico violando le vigenti leggi, a seguire passeremo dalla protesta  alle vie legali nelle sedi più opportune».

«Lo sciopero», aggiunge Gianna De Amicis, segretario regionale Ugl Abruzzo, «è stato organizzato dagli iscritti al CoTaPe-Ugl Pescara dopo aver seguito la prevista procedura di raffreddamento alll'organo di garanzia».          

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara, paura in centro: allarme bomba nucleare alla stazione

  • Pescara, auto travolge famiglia di tre persone sul lungomare nord

  • Cade da un palazzo e finisce in ospedale con un politrauma

  • Sanità, al via le assunzioni nelle Asl abruzzesi: a Pescara 299 posti

  • Jova Beach Party a Montesilvano, arriva il contributo economico della Regione Abruzzo

  • Montesilvano, panico in via Vestina per un inseguimento: un arresto

Torna su
IlPescara è in caricamento