Sanità privata, stato di agitazione per i lavoratori abruzzesi per il mancato rinnovo del contratto

I sindacati Fp Cgil Abruzzo Molise, Cisl Fp Abruzzo Molise e Uil Fpl Abruzzo annunciano lo stato di agitazione e proteste da parte dei dipendenti della sanità privata abruzzese

Proclamato dai sindacati Fp Cgil Abruzzo Molise, Cisl Fp Abruzzo Molise e Uil Fpl Abruzzo lo stato di agitazione dei lavoratori della sanità privata abruzzese, dopo la rottura delle trattative con le associazioni della sanità privata sul rinnovo del contratto, scaduto ormai da 12 anni.

Per i sindacati, si tratta d una vicenda indegna che dovrà essere sottoposta all'attenzione de governo regionale, considerando che i lavoratori avvieranno da domani dei presidi, assemblee ed affissione delle bandiere in tutte le strutture sanitarie private abruzzesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il rinnovo del contratto è una priorità assoluta e qualsiasi incremento non può essere subordinato all’intervento delle sole risorse
pubbliche. Il 25 marzo è convocato l'attivo dei quadri e delegati dei sindacati per decidere le modalità di prosecuzione dello stato di agitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento