50 milioni di euro per rilanciare e far ripartire il turismo abruzzese: la ricetta di sindacati ed associazioni di categoria

Quindici sigle delle associazioni di categoria ed in sindacati lanciano un appello alla Regione per far ripartire e salvare il settore turistico

Una ricetta da 50 milioni di euro per salvare e rilanciare il turismo in Abruzzo nella fase 2 dell'emergenza Coronavirus. Quindici sigle del settore produttivo e commercio abruzzese (Casartigiani, Cia, Claai, Cna, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confindustria e Legacoop) oltre alle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno scritto alla Regione ed in particolare all'assessore Mauro Febbo per il futuro del settore ricettivo e turistico nella nostra regione.

Migliaia di posti di lavoro, fra operatori diretti ed indotto, rischiano di andare al collasso con una stagione estiva che si annuncia incerta ed addirittura completamente a rischio. Affrontare dunque l'emergenza presente pensando anche in ottica della riapertura.

AL VIA IL TAVOLO DI CONFRONTO COMUNALE PER IL TURISMO

Fra le misure, la cancellazione dei tributi e delle tasse locali e regionali per il 2020, e del 50% nel 2012,l’erogazione di liquidità con finanziamenti a fondo perduto; il sostegno all’occupazione con esonero dei contributi per almeno 3 anni; l’estensione a figure di guide e accompagnatori turistici, cicloturistici, alpine e media montagna, dei contributi a fondo perduto per modernizzare il proprio apparato tecnico; l’agevolazione della formazione e la crescita di piattaforme per investimenti turistici di sistema; la creazione di un bonus vacanza “Viaggia in Abruzzo” per l’acquisto di ferie organizzate verso la nostra regione pari al 50% della spesa prevista, con un massimo di 500 euro a persona, per un anno, che includa anche la stagione estiva ed autunnale 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fondamentale sarà anche la campagna di comunicazione per valorizzare la vocazione turistica dell'Abruzzo, promuovendo strategie commerciali per superare l'emergenza economica derivante dal Coronavirus, per un territorio che fra il 2009 e 2017 ha già dovuto soffrire per calamità naturali e marketing commerciale innovativo e rivolto anche ai social media.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

  • Coronavirus, la Asl di Pescara lancia un appello per il plasma iperimmune: "Servono donatori"

Torna su
IlPescara è in caricamento