Porto di Pescara, approvata la delibera Cipe: sbloccati 16 milioni di euro per i nuovi moli

A farlo sapere è il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri: "Ora andremo avanti spediti per consentire al nostro scalo portuale di risorgere"

La giunta regionale Abruzzo ha approvato ieri mattina, lunedì 25 marzo, la delibera del Cipe che sblocca l'erogazione di 16 milioni di euro per la realizzazione dei due nuovi moli guardiani-banchina nord del porto di Pescara.
A farlo sapere è il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri: "Ora andremo avanti spediti per consentire al nostro scalo portuale di risorgere".

Come ricorda Sospiri, "nelle ultime settimane il problema dell’insabbiamento dei fondali è tornato di drammatica attualità, dopo che non solo i pescherecci della nostra marineria, ma addirittura alcune imbarcazioni a vela, di ridotto pescaggio, si sono incagliate rimanendo bloccate per un’ora in attesa di essere recuperate e portate a largo. Una situazione di assoluta drammaticità che non può essere tollerata oltre e che va risolta lavorando su un doppio binario: da un lato è fondamentale il dragaggio, utile, però, solo ad affrontare, di volta in volta, la situazione emergenziale".

Dopo l'approvazione della delibera Cipe che mette a disposizione 16 milioni di euro, il prossimo passo sarà ora quello di mandare l’intero fascicolo all’esame del Via nazionale, necessario trattandosi di un porto di rilevanza nazionale, e subito dopo potrà essere indetta la gara d’appalto per far partire i lavori.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara, paura in centro: allarme bomba nucleare alla stazione

  • Scontro tra auto e moto a Silvi, morta una donna di Città Sant'Angelo

  • Pescara, auto travolge famiglia di tre persone sul lungomare nord

  • Jova Beach Party a Montesilvano, il Sib Abruzzo: "Evento da incorniciare per la storia dell'Abruzzo"

  • Cade da un palazzo e finisce in ospedale con un politrauma

  • Scontro tra Suv e moto, incidente mortale sulla Nazionale Adriatica

Torna su
IlPescara è in caricamento