Olio d'oliva: annata record per qualità e quantità in Abruzzo e nel Pescarese

Il presidente Cia - Agricoltori Italiani Mauro Di Zio ha illustrato i dati relativi alle stime per la raccolta delle olive e della produzione olearia in Abruzzo per il 2019

Sarà un'ottima annata sia sul fronte della qualità che della quantità di olio prodotto in Abruzzo. Il presidente regionale della Cia - Agricoltori Italiani Mauro Di Zio ha illustrato le prime stime relative alla raccolta delle olive nella nostra regione per il 2019. Rispetto allo scorso anno, una delle peggiori annate di sempre dopo quella del 2016, ci sarà un aumento del 52% del raccolto con un miglioramento anche della qualità prevista per la produzione.

Un dato, spiega Di Zio, favorito dall'andamento climatico che porterà ad una produzione finale di oltre 10 mila tonnellate, grazie al clima caldo in estate ma con bassi tassi d'umidità, che non ha favorito l'attacco della mosca olearia che invece l'anno precedente aveva causato problemi gravi. Nelle zone interne ha inciso per una percentuale dal 3 al 5%, mentre il parassita è totalmente assente nelle zone pre montane. Solo in alcune aree sulla fascia litoranea ci sono state soglie d'intervento, soprattutto nel pescarese dove nella fascia litoranea potrebbe esserci un calo produttivo fino al 20% rispetto alla produzione dello scorso anno.

Nella fascia pre-montana e in montagna questa improvvisa escalation delle temperature è stata, invece, meglio sopportata dalle piante e mentre lo scorso anno non si era praticamente avuta produzione oggi ci si attendono dei buoni risultati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La qualità dell’olio extravergine d’oliva sarà assolutamente eccellente, soprattutto grazie agli interventi e alle spese sostenute dagli agricoltori nei mesi estivi per effettuare le corrette pratiche agronomiche, ed entro la metà di ottobre quasi tutte le cooperative e i frantoi avranno iniziato la campagna di raccolta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento