Il Comune di Spoltore dice no al gioco d'azzardo e alle slot machines

L'Ente aderisce al manifesto dei sindaci. E il primo cittadino Di Lorito ha annunciato che si studierà un provvedimento di defiscalizzazione per i bar e i locali che rinuncino alle slot-machines

No al gioco d'azzardo. È un'opposizione netta quella espressa dal Comune di Spoltore, che ieri pomeriggio ha approvato in consiglio una mozione di Filomena Passarelli (M5S) con cui si stabilisce l'adesione dell'Ente al manifesto dei sindaci per la legalità.

Il sindaco Di Lorito ha annunciato che si studierà un provvedimento di defiscalizzazione per i bar e i locali che rinuncino alle slot-machines.

"Lo Stato", ha detto il consigliere Passarelli, "impiega enormi risorse economiche per curare i dipendenti dal gioco d'azzardo patologico: in Italia vi sono 15 milioni di giocatori abituali, due milioni a rischio patologico e circa 800 mila giocatori già patologici. E' facile per loro accedere alla rete diffusissima di spazi adibiti al gioco, nonché ai nuovi giochi a risposta immediata anche on line dalla propria abitazione".

Il documento votato dal consiglio comunale di Spoltore impegna ad adottare misure specifiche per limitare le sale da gioco e il loro orario di apertura. Si valuterà anche l'attivazione di un presidio locale dell'Osservatorio regionale per la Ludopatia.

Consiglio comunale Spoltore 2018

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane perde il controllo del suo furgone e muore, ecco come si chiamava

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Il programma televisivo 'Food Advisor' fa tappa a Pescara [VIDEO]

  • Uomo trovato senza vita in casa, il cane lo veglia e aggredisce suo fratello

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

Torna su
IlPescara è in caricamento