Negozi e imprese, a Pescara è ancora crisi: chiuse 260 attività

Nel secondo trimestre del 2019, nella nostra provincia, hanno cessato l'attività 260 imprese mentre 251 sono quelle che si sono iscritte nel registro della Camera di Commercio

foto di repertorio

Prosegue a Pescara la crisi di imprese e negozi che continuano a cessare la propria attività.
Nel secondo trimestre del 2019, nella nostra provincia, hanno cessato l'attività 260 imprese mentre 251 sono quelle che si sono iscritte nel registro della Camera di Commercio.

Questo quanto dicono i dati di Infocamere aggiornati a giugno 2019 elaborati dall'associazione di categoria Confesercenti come riferisce l'Ansa Abruzzo.

Di quelle che hanno chiuso i battenti, 127 sono nel settore del commercio (114 iscrizioni), 34 in quello del turismo e della ristorazione (34 iscrizioni) e 99 nel settore dell'artigianato (110 iscrizioni). Le imprese complessivamente attive nei tre settori sono 19.180 mentre a giugno dello scorso anno erano 19.239. Se l'artigianato è l'unico a far registrare un saldo positivo tra iscrizioni e cessazioni, in realtà è il settore che se la passa peggio: le imprese attive sono 7.080, contro le 7.224 del giugno 2018. Leggermente migliore la situazione per il commercio (9.771 attive nel 2019 contro le 9.719 dello scorso anno) e per turismo e ristorazione (2.329 attive nel 2019 contro le 2.296 del 2018).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enrico Remigio di Scafa arriva a quota 300mila euro a "Chi vuol essere milionario", resta solo la domanda da un milione

  • Dramma a Montesilvano, acqua bollente cade su un bimbo di 16 mesi e lo ustiona: è grave

  • Pescara, sciolto il nodo allenatore: arriva Di Biagio

  • Virus cinese: le indicazioni del Ministero della Salute anti-coronavirus

  • Il Pescara ha deciso: sarà Nicola Legrottaglie il nuovo allenatore

  • Enrico Remigio di Scafa è il primo concorrente della nuova edizione di "Chi vuol essere milionario"

Torna su
IlPescara è in caricamento