Jova Beach Party, Confesercenti ringrazia i balneatori

L'associazione di categoria ha ringraziato i balneatori che hanno smantellato in anticipo le concessioni per consentire lo svolgimento del Jova Beach Party a Montesilvano

Un ringraziamento ai balneatori che hanno smantellato in anticipo le concessioni balneari per consentire lo svolgimento del Jova Beach Party a Montesilvano. A parlare è la Confesercenti con  il presidente provinciale di Confesercenti Raffaele Fava ed il direttore Gianni Taucci.

Tre le concessioni che, con un gesto di responsabilità ed altruismo, hanno deciso di rimuovere le file di ombrelloni lungo l'area che era compresa nello spazio che ha ospitato l'evento di sabato scorso, e Confesercenti in particolare ha ringraziato il presidente provinciale di Fiba-Confesercenti Elio Di Giuseppe ed la dirigente di Assohotel-Confesercenti Stefania Tontodonati:

La categoria dei balneari viene sempre additata, ma questa volta, a riflettori spenti, merita un enorme ringraziamento da parte di tutti: il Jova Beach Party si è svolto ed ha avuto successo anche perché tre concessionari hanno accettato di “smantellare” in anticipo le proprie spiagge. Un gesto di enorme responsabilità per il quale tutta la città dovrebbe ringraziarli. Questa disponibilità dimostra che ci sono imprenditori lungimiranti e che lavorano concretamente per il bene delle città dove operano. Questi due concessionari hanno dato lustro all’intera categoria degli esercenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento