Imprese artigiane, crisi profonda in Abruzzo: l'allarme della Cna

Quasi mille imprese in meno rispetto all'anno precedente in Abruzzo per l'artigianato, 431 delle quali artigiane. Sono alcuni dei dati snoccioalti dalla Cna

Crisi nera per il settore delle piccole imprese in Abruzzo, con quasi mille imprese in meno rispetto allo scorso anno, 431 delle quali artigiane. L'allarme è stato lanciato dalla Cna Abruzzo in base ai dati dello studio realizzato da Aldo Ronci, relativo all'andamento delle imprese nel primo trimestre 2019.

La crisi colpisce quasi equamente le quattro province abruzzesi, con un grosso calo nel settore delle costruzioni soprattutto nell'aquilano. Già nel 2018 il saldo negativo era stato di 372 imprese in meno. Analizzando il dato provinciale troviamo che all’Aquila il conto delle perdite è di 117 imprese artigiane, a Chieti di 111, a Pescara di 109 e a Teramo di 94. L'unico settore in cui si registrano dati positivi è quello della ristorazione, con un aumento di 32 nuove imprese. Cali a macchia d'olio per tutti i settori: dalla produzione di metallo e legno, all'abbigliamento ed anche nel settore industriale alimentare che solitamente aveva fatto da traino negli ultimi anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Torna il maltempo e arriva il Graupeln, le previsioni

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

  • Sequestrati 62 panettoni in un'industria dolciaria, titolare nei guai per tentata frode in commercio

Torna su
IlPescara è in caricamento