Grandinata del 10 luglio: a Pescara danni per 85 milioni di euro

L'assessore Seccia ha fatto il punto dei danni causati in città dalla grandinata del 10 luglio scorso

Danni per 85 milioni di euro in città per la grandinata del 10 luglio scorso. L'assessore Seccia ha illustrato questa mattina i dettagli delle stime effettuate sui danneggiamenti causati dall'ondata di maltempo e dai successivi allagamenti. La somma fa riferimento ad una prima stima dei danni a privati, attività produttive ed istituzioni pubbliche. Una cifra che sarà relazionata alla Regione che dovrà richiedere lo stato di calamità naturale al Governo per avere i risarcimenti in tempi relativamente brevi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Seccia ha fatto il punto delle varie fasi dell'emergenza, ringraziando per l'impegno profuso tutti i volontari della protezione civile, la macchina comunale della gestione delle emergenze in strada e nelle abitazioni e tutti i pescaresi per il grande senso civico dimostrato, oltre all'impegno dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine nelle ore successive alla grandinata. Il patrimonio comunale risulta coperto da polizza assicurativa, ha concluso l'assessore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento