Scheletro di cemento, un nuovo progetto abitativo nell’area interessata dai lavori di abbattimento

Di proprietà della Keoma srl, il nuovo edificio residenziale sorgerà sul lungomare nord al posto di Palazzo Michelangelo, in armonia con l’ambiente circostante e all’insegna dell’architettura organica a cura di Swira Design

Nell’area del tanto discusso Palazzo Michelangelo, edificio mai completato sulla riviera nord e attualmente interessato dai lavori di abbattimento, sorgerà un progetto abitativo innovativo firmato da Keoma Srl.

La progettazione architettonica sarà curata da Swira Design, società che ha realizzato a Pescara i palazzi “Trento Palace, onehundred”, “Level 5” e “Palazzo Grecale”, nonché altri complessi immobiliari a Montesilvano. Swira Design manterrà nel progetto lo stile che la contraddistingue da anni, all’insegna dell’architettura organica.

«Costruiremo un palazzo di grande design che dialogherà con il panorama costiero - spiega l’amministratore Achille Trave - Realizzeremo una struttura certamente meno impattante di quella precedente, arricchendo il lungomare pescarese con un segno architettonico originale di cui vi mostreremo presto il progetto. Massima attenzione sarà posta all’abitato circostante, riducendo l’altezza del fabbricato e arretrandolo di circa dieci metri rispetto alla riviera».

Scardinando le geometrie abitative tradizionali a vantaggio di linee morbide che richiamano il modernismo, il progetto si ispira ad architetture organiche, subendo l’influenza e la forte presenza del mare attraverso profondi terrazzi e infissi circolari, o meglio “oblò” con chiaro riferimento alla navigazione, che proiettano l’intero complesso verso l’azzurro dell’Adriatico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche i materiali utilizzati nelle finiture esterne, principalmente il legno, così come i colori dell’edificio, si fonderanno con l’ambiente costiero. Dal punto di vista tecnico, l’immobile si avvarrà delle migliori tecnologie costruttive. Arretrato rispetto alla strada di circa dieci metri, conterà 5 piani (invece dei 7 di Palazzo Michelangelo) per un totale di 15 appartamenti dotati di tutti i comfort abitativi, nel pieno rispetto delle ultime normative sul risparmio energetico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Tragedia a Rosciano, tenta di rientrare in casa da una finestra e cade: morto un uomo

Torna su
IlPescara è in caricamento