Costa abruzzese flagellata dal maltempo, Sib: "Interventi urgenti di ripascimento"

Il presidente Padovano: "Non ci aspettavamo, nel pieno del mese di maggio, mareggiate di tale intensità. Chiediamo alla Regione di prorogare il termine per l’effettuazione dei lavori anti erosione dal 30 maggio al 15 giugno"

Il Sib (Sindacato balneatori) Abruzzo interviene per segnalare la grave situazione in atto sull’intero litorale abruzzese a causa delle forti mareggiate che si sono verificate in queste ultime ore su tutta la costa abruzzese. Il presidente Riccardo Padovano dichiara:

“Non ci aspettavamo davvero nel pieno del mese di maggio delle mareggiate di tale intensità che stanno arrecando gravi danni alle nostre concessioni. Abbiamo segnalazioni da tutto il litorale abruzzese, con tanto di foto, di situazioni al limite con il mare che è arrivato a ridosso delle strade. Chiediamo alla Regione Abruzzo di prorogare il termine per l’effettuazione dei lavori anti erosione dal 30 maggio al 15 giugno in modo tale da poter effettuare interventi urgenti di ripascimento morbido con riporto di arenile al fine di affrontare la stagione estiva con spiagge in condizioni idonee ad accogliere i turisti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

Torna su
IlPescara è in caricamento