Contributi comunali ai disoccupati ed alle nuove imprese a Montesilvano

Il Comune di Montesilvano ha approvato una delibera che consente la concessione di contributi economici "una tantum" per le famiglie monoreddito con un lavoratore licenziato, e per coloro che vogliono aprire una nuova attività o impresa

L'amministrazione comunale di Montesilvano ha approvato un regolamento che consente l'erogazione di contributi in denaro, a fondo perduto ed "una tantum", per tutte le famiglie residenti monoreddito con lavoratore licenziato, e per coloro che intendono aprire una nuova attività o impresa.

La proposta era arrivata dall'Assessore alle Finanze Di Felice ed è stata approvata dalla Commissione Statuto.

Per quanto riguarda il contributo per le nuove attività, si tratta di 1.000 euro a fondo perduto, con 30 mila euro complessivi per l'artigianato, 20 mila per il commercio e 5 mila per l'agricoltura.

Per il contributo ai lavoratori licenziati, la somma prevista è di 300 euro una tantum.

"Questo nuovo regolamento  è la testimonianza di attenzione da parte di questa Amministrazione Comunale nei riguardi di coloro che intraprendono un’attività e di altri che invece perdono il posto di lavoro. Siamo consapevoli che si tratta di un piccolo contributo, ma importante tenendo conto anche del momento particolare in cui versa l’economia locale” ha dichiarato l'assessore Di Felice.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento