Negozi e botteghe vuote per il Coronavirus, la Cna chiede di ridurre le tasse locali alle imprese

A chierdelo è la Cna per bocca del presidente provinciale Cristian Odoardi che chiede un segnale alle amministrazioni più grandi del nostro territorio

Ridurre le tasse locali per aiutare le imprese in questo momento contrassegnato dall'emergenza Coronavirus.
A chierdelo è la Cna per bocca del presidente provinciale Cristian Odoardi che chiede un segnale alle amministrazioni più grandi del nostro territorio.

La Cna segnala una caduta verticale di presenze negli esercizi commerciali e nelle botteghe artigiane, e perdita di incassi.

Questo quanto spiega Odoardi:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Forse è il caso che le principali amministrazioni comunali del nostro territorio valutino la possibilità di varare misure che aiutino il sistema produttivo a reggere l’impatto di una vicenda che, comunque la si pensi, condiziona l’opinione pubblica. Basta girare per le nostre città in questi giorni, o entrare nei negozi, per rendersi conto di quanto pesante sia il condizionamento dell’opinione pubblica di fronte ai quotidiani bollettini che si diramano dalle varie zone d’Italia interessate. L’Abruzzo, al momento, appare marginale rispetto ai focolai più significativi del Paese, e tuttavia gran parte delle attività produttive appare colpita a fondo, a partire da commercio e turismo: un settore, quest’ultimo, in cui il timore di dover fare i conti, nei mesi prossimi, con gravi flessioni di prenotazioni e fatturato, è tutt’altro che infondato. Per questo, dunque, chiediamo almeno alle amministrazioni più grandi del nostro territorio, penso a Pescara, Montesilvano, Spoltore, Città Sant’Angelo, Penne, di varare misure urgenti a favore delle imprese, sotto forma di dilazione se non di riduzione delle principali tasse locali, in modo da dare respiro alle imprese in questo momento di emergenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento