Cgil Abruzzo plaude il nuovo decreto di Conte: "Ora tutelare la sicurezza dei lavoratori che non si fermano"

Il segretario generale abruzzese Ranieri accoglie positivamente il nuovo decreto del Governo ed ora chiede massima tutela per la sicurezza dei lavoratori che continuano ad essere in prima linea

Il segretario generale della Cgil Abruzzo e Molise Ranieri interviene in merito al nuovo decreto del Governo Conte, riguardante le ulteriori limitazioni per fermare il contagio da Coronavirus, ed in particolare la chiusura di tutte quelle attività economiche ritenute non essenziali. Ranieri plaudse alla decisione di Conte di sospendere la produzione di gran parte delle fabbriche, ed ora chiede massima tutela per la sicurezza dei lavoratori che continueranno a scendere in campo in prima linea nei settori strategici:

"Medici, infermieri e personale sanitario tutto, commessi dei supermercati, ditte di pulizie e mense ospedaliere, riders, autisti del trasporto pubblico locale, operai della filiera alimentare, farmaceutica, dei dispositivi di protezione individuale, forze dell'ordine e polizia locale, giornalisti, operatori postali e bancari, operatori delle reti digitali, operatori ecologici e tanti altri lavoratori ancora: a loro  va il nostro ringraziamento ed è soprattutto a loro che bisogna garantire la massima protezione contro il rischio di contagio".

Inoltre, occorre pensare a tutti i lavoratori che resteranno casa con ammortizzatori sociali, sospensioni dei mutui, delle tasse e proroghe dei termini. Per Ranieri, in Abruzzo si vive una carenza di personale sanitario negli ospedali, oltre alla questione dei Dpi carenti che mettere a rischio la salute stessa degli operatori e delle loro famiglie:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mercoledì 25 la Cgil, gli altri sindacati e le associazioni di categoria incontreranno in video conferenza l'assessore al lavoro della Regione Abruzzo Piero Fioretti, per fare il punto della situazione, in attesa della comunicazione del Decreto di ripartizione delle risorse assegnate all'Abruzzo, della circolare esplicativa per l'attuazione dello stesso Decreto e della relativa circolare Inps.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • Coronavirus: morto a Pescara Nicola Marcantonio, proprietario del castello di Cepagatti

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Coronavirus, morto 58enne pescarese Antonello Bianco: il ricordo del sindaco Masci

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento