Autostrade A24-25, Strada dei Parchi sospende l'aumento dei pedaggi

Strada dei Parchi ha infatti deciso di sospendere, a partire dalla mezzanotte di oggi e fino al 28 febbraio 2019, gli aumenti delle tariffe di pedaggio

Da domani, martedì 1 gennaio 2019, non scatteranno i temuti aumenti dei pedaggi delle autostrade abruzzesi A24 e A25.
A farlo sapere è Strada dei Parchi, la società concessionaria.

Strada dei Parchi ha infatti deciso di sospendere, a partire dalla mezzanotte di oggi e fino al 28 febbraio 2019, gli aumenti delle tariffe di pedaggio approvati dal Ministero alla fine del 2017 e quelli maturati per l’anno 2019 ai sensi della convenzione unica vigente.

Strada dei Parchi, società concessionaria delle autostrade A24 e A25, comunica agli utenti che ha deciso di sospendere, a partire dalla mezzanotte di oggi e fino al 28 febbraio 2019, gli aumenti delle tariffe di pedaggio approvati dal Ministero alla fine del 2017 e quelli maturati per l’anno 2019 ai sensi della convenzione unica vigente.

Questo quanto spiega Strada dei Parchi che si occupa della gestione delle due autostrade abruzzesi:

«Tale decisione la società ha responsabilmente assunto, in fiduciosa attesa che il Governo trovi una adeguata soluzione normativa, pur avendo dovuto prendere atto con rammarico delle ingiustificate pretese di Anas che per concedere il posticipo delle rate del corrispettivo dovute quale prezzo per gli anni 2017 e 2018 esige un tasso di interesse del 6% annuo al posto del tasso legale stabilito ope legis in un precedente caso analogo, e tanto nonostante gli inviti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti suo controllante. La società ritiene che sia necessario avviare già dal prossimo 7 gennaio un tavolo con il Ministero ed Anas che consenta di risolvere il problema in termini ragionevoli. Strada dei Parchi è fiduciosa che il Ministero la possa mettere al più presto nella possibilità di sottoscrivere il nuovo “Piano economico e finanziario”, in modo da affrontare risolvere in via definitiva la questione degli adeguamenti tariffari, che auspica siano oltremodo contenuti».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Paese dei Balocchi
    Paese dei Balocchi

    Quindi se il puparo non fa brutto al comparuccio l'aumento ci sarà lo stesso il 1 marzo 2019.... come sempre a tarallucci e vino, in c u l o al cittadino!!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cugnoli, paura per un fornello lasciato acceso: fiamme in un appartamento

  • Economia

    Mercato di Porta Nuova, Confcommercio: "Notevole danno per gli operatori"

  • Cronaca

    È morto Romeo Orsini, storico commerciante di Porta Nuova e dirigente di Confcommercio

  • Comunali pescara 2019

    Elezioni Comunali Pescara, l'intervista al candidato sindaco Carlo Costantini

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pescara, uomo precipita dal quarto piano [FOTO]

  • Incendio a Villa Serena, morti due pazienti

  • «Ho subìto un agguato a Pescara dall'aggressore mostrato da "Chi l'ha visto"», il racconto di una ragazza

  • Incendio a Villa Serena: i due pazienti sono morti carbonizzati

  • Il ministro della Difesa, Trenta, a Pescara: "Prefetto dichiari stato di emergenza, militari in strada"

  • Paura a Montesilvano, cane sbranato da un pitbull

Torna su
IlPescara è in caricamento