Una patologa-neuroscienziata di Cepagatti eletta donna dell'anno in Svizzera

La Santuccione è stata eletta donna dell'anno per le sue ricerche contro l'alzheimer

Antonella Santuccione (foto da Facebook))

Si chiama Antonella Santuccione Chadha, è una patologa e neuroscienziata originaria di Cepagatti, ed è stata nominata dalla rivista "Women in Business" donna dell'anno 2019 in Svizzera.
La Santuccione è stata eletta donna dell'anno per le sue ricerche contro l'Alzheimer.

Il medico cepagattese di origine è da anni impegnata nel campo della ricerca.

"Un grazie di cuore al mio team, a Cepagatti, terra del mio cuore, alla mia famiglia, ai miei amici vicini e lontani, ai miei sostenitori, al giornale Womeninbusiness e a tutti voi che mi avete votato. In nome di tutti coloro che ho incontrato e visto soffrire nel dolore, la paura e la grande solitudine che attanaglia chi convive con le malattie del cervello e della mente", si legge sul profilo Facebook della Santuccione nel quale ringrazia anche il quotidiano "La Stampa" e le giornalista Paola Aurisicchio e Maria Rosa Tomasello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

antonella santuccione chadha cepagatti donna dell'anno Svizzera-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

  • Coronavirus, la Asl di Pescara lancia un appello per il plasma iperimmune: "Servono donatori"

Torna su
IlPescara è in caricamento