Aeroporto d'Abruzzo, sciopero degli addetti alle pulizie e al facchinaggio

Ad annunciare l'astensione dal lavoro per martedì 23 luglio sono i segretari regionale e provinciale dell'Ugl, Gianna De Amicis e Armando Foschi

Sciopero dei lavoratori addetti alle pulizie e operazioni di facchinaggio dell'aeroporto d'Abruzzo di Pescara.
Ad annunciare l'astensione dal lavoro per martedì 23 luglio sono i segretari regionale e provinciale dell'Ugl, Gianna De Amicis e Armando Foschi.

«Il presidente della Saga», dicono De Amicis e Foschi, «molto attivo nel presentare il Dutyfree, nuovo bar, area shopping all'aeroporto di Pescara e nuovi voli per raggiungere le crociere di Costa, ignora che  permangono le gravi inadempienze nella erogazione degli stipendi ai lavoratori, che operano in ambiente aeroportuale, da parte delle ditte Unilabor e Ciclat San Marco (appalto pulizia e facchinaggio). Essendo abbondantemente scaduto l'ultimatum dato dalla UGL, I lavoratori addetti alle pulizie e operazioni di facchinaggio, annunciano che  scenderanno in sciopero il giorno 23 luglio. La Ugl denuncia la situazione gravissima, generata dalla assoluta inaffidabilità dei datori di lavoro, che andrà a generare nocumento non solo ai lavoratori ma anche alla immagine della regione Abruzzo proprio in un periodo di maggior affollamento dell'aeroporto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Torna il maltempo e arriva il Graupeln, le previsioni

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

  • Sequestrati 62 panettoni in un'industria dolciaria, titolare nei guai per tentata frode in commercio

Torna su
IlPescara è in caricamento