Tatuaggi, che passione! Porchetta e arrosticini impressi sulla pelle [FOTO]

Abbiamo trovato delle stravaganti decorazioni corporali che rappresentano inequivocabili segni distintivi dell'Abruzzo. E c'è anche chi si è fatto tatuare l'immagine di Gianfranco Semproni

Con l'Abruzzo nel cuore, ma anche sulla pelle. Questo devono aver pensato due ragazzi innamorati della loro terra d'origine che hanno scelto di farsi imprimere sul corpo volti e soggetti caratteristici della regione. Disegni indelebili, realizzati da esperti tatuatori alle prese con le richieste più assurde.

La storia di Marco Di Michele, 38 anni pescarese, vale la pena di essere raccontata. Sposato con figli, un ruolo importante da dipendente pubblico e amante delle tradizioni. Per ragioni di lavoro è stato costretto a trasferirsi a Rimini, ma il legame con l'Abruzzo resta sempre ben saldo a tal punto da diventare a sua insaputa un perfetto testimonial delle peculiarità gastronomiche tipiche del nostro territorio.

Il suo fisico atletico è decorato e variopinto da numerosi tatuaggi, ma due in particolare saltano all'occhio. Quello al polpaccio sinistro è geniale. Una porchetta che sembra quasi tridimensionale, con la frase "Ci vu la crost?". Una prelibatezza che tutto il mondo ci invidia, così come gli arrosticini accompagnati da un bel bicchiere di vino che il nostro mitico corregionale si è fatto pigmentare sulla pelle, in una zona dove i muscoli sono ben sviluppati. Nel disegno raffigurante gli spiedini di pecora non manca una cartina stilizzata dell'Abruzzo, come firma di un "made" assolutamente distintivo. In questa sua moda un po' tribale, esibita con orgoglio, c'è spazio anche per il delfino biancazzurro, simbolo di Pescara.

Ma per restare in ambito culinario, Marco si sta preparando per un altro marchio che verrà presto inciso da Cecilia Paganelli, la sua tatuatrice di fiducia: "Ho preso sul serio il suggerimento di un mio amico e mi farò tatuare un sautè di cozze e vongole all'altezza del cuore". That's amore.

A Vasto, invece, nello studio Heart Made Tatoo di Ilenia, un ragazzo di nome Mirco ha deciso di utilizzare la parte inferiore della coscia come tela per un ritratto d'autore. E' l'immagine di Gianfranco Semproni, opinionista televisivo pescarese, celebre per le sue sparate in dialetto molto colorite, che in questo caso diventano colorate. Nel singolare tatuaggio viene rappresentato con il braccio teso, stile Umberto Bossi ai tempi del "ce lo abbiamo duro", con il motto padano rivisitato in chiave abruzzese. Eroe dei nostri tempi.

Tra le tante richieste pervenute allo staff di Ilenia, nel quale fanno parte anche Diego e Federico, le più singolari sono legate ad altri personaggi nostrani contemporanei, da Antonio Razzi a Rocco Siffredi. Ma non si sa ancora in quali zone erogene verranno realizzati...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara, paura in centro: allarme bomba nucleare alla stazione

  • Pescara, auto travolge famiglia di tre persone sul lungomare nord

  • Jova Beach Party a Montesilvano, il Sib Abruzzo: "Evento da incorniciare per la storia dell'Abruzzo"

  • Cade da un palazzo e finisce in ospedale con un politrauma

  • Sanità, al via le assunzioni nelle Asl abruzzesi: a Pescara 299 posti

  • Jova Beach Party a Montesilvano, arriva il contributo economico della Regione Abruzzo

Torna su
IlPescara è in caricamento