RawSteel Monstarz, il videoclip pescarese in stile rap che spopola su Youtube [VIDEO]

Un pezzo rap destinato a spopolare nel panorama dell'hip hop italiano e che riunisce alcuni dei migliori MC's pescaresi. Un omaggio alla città, ai suoi quartieri periferici e ai "wuaglioni" della costa

Un pezzo rap destinato a spopolare nel panorama dell'hip hop italiano e che riunisce alcuni dei migliori MC's pescaresi. Un omaggio alla città, ai suoi quartieri periferici e ai "wuaglioni" della costa.
Gli amanti del genere l'hanno definita al primo ascolto un'autentica "bomba hardcore", prodotta e diretta da Giò Lama con la collaborazione di alcuni dei migliori esponenti locali della scena hip hop.

Il singolo "RawSteel MonStarz" è frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto giovani rapper pescaresi e un MC affermato come C.U.B.A Cabbal, un tempo Andy One, tra i narratori di un testo molto incisivo e dai significato intensi.

La formazione, che vede fra gli altri anche Jana Lear, Dono, Rin, Sgrò, Frank Lee, Stabber M.C. e MarcoMega, si è ritrovata nel project space Ultrastudio per girare un video dall'impronta ben definita e riconducibile alla generazione del "nu sem nu", lanciata in precedenza dai "Costa Nostra" con uno stile marcato e assolutamente inconfondibile.

La Pescara delle periferie e dei ragazzi di strada, raccontata con orgoglio di appartenenza e con accenni legati anche alle problematiche sociali riscontrati in tutte le grandi città. «Il videoclip è dedicato a chi resta e a chi non se ne va mai del tutto», rivela il decano del gruppo C.U.B.A. Cabbal (acronimo che indica il motto Con Urgenza Bisogna Agire), «ed è lo specchio della realtà sociale vista con gli occhi di chi la vive quotidianamente. Ho preso parte volentieri a questo progetto che accomuna passato, presente e futuro. A breve uscirà anche un dvd realizzato da Gaetano De Crecchio che documenta i miei 20 anni di rap. L'inizio è stato a radio Ketchup, con Giovanni D'Addario che mi diede l'opportunità di trasmettere Danger Zone, il primo programma dedicato a questo genere musicale».
In origine, Andy One è stato anche ospite di festival tematici in Grecia, Berlino, Amsterdam e Iraq dove si è esibito al cospetto di Saddam Houssein in qualità di leader del Collettivo Rap Militante Internazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il bagno con la mascherina e rischia di morire soffocato: paura sul lungomare nord di Pescara

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Coronavirus, sette nuovi contagi accertati in Abruzzo: tre sono nel Pescarese

  • Coronavirus, tornano a salire i nuovi casi in Abruzzo: sei nelle ultime 24 ore, i dati aggiornati

  • Addio a Donna Tina, la regina delle pizzette tonde pescaresi [FOTO]

Torna su
IlPescara è in caricamento