"Leicester d'Italia", il nuovo libro di Alberto Fuschi ambientato a Montesilvano

Tra finzione e realtà, Montesilvano incontra il calcio inseguendo il mito dei foxes. In collaborazione con l'ex calciatore Giuliano Agostinone e l'ex allenatore Giuseppe Castagna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

È uscito in questi giorni, nelle principali librerie online Giunti, la Feltrinelli, Mondadori Ibs, Amazon, Hoepli, Google Play, il nuovo libro del giornalista Alberto Fuschi: "Leicester d'Italia, Betis Montesilvano". Una storia di calcio ambientata interamente a Montesilvano. Tra finzione e realtà, il paese originario di Dean Martin avrà per la prima volta una squadra professionistica di tutto rispetto come nelle altre province italiane. In copertina un'immagine rara di Montesilvano Marina negli anni '70-'80.

Sul retro il ritratto notturno del Riverside. Il familiare "Mulino" è stato uno dei luoghi più caratteristici del paese abruzzese. Quarant'anni dopo, grazie all'avvento dello sport, la celebre giostra tornerà a illuminare la strada dei "Grandi Alberghi". Contenuti extra offerti dall'ex calciatore di Fiorentina e Pescara, Giuliano Agostinone, e l'ex allenatore Giuseppe Castagna, già autore di "Montesilvano, una storia per immagini", 1997, Carsa Edizioni Pescara.

«Ho provato ad immaginare la mia città di origine con uno sguardo diverso, oserei dire insolito - spiega l'autore - a Montesilvano manca una spinta culturale, nuovi stimoli. È una bellezza italiana nascosta, non valorizzata. Attraverso le luci dello sport il paese troverà una sua identità precisa uscendo dalla solita routine del sabato sera. Il nome Betis è liberamente ispirato alla società di Siviglia, per via dei colori sociali in comune con i montesilvanesi».

La scheda del libro

Mentre il Leicester di Claudio Ranieri si prepara a sorprendere il mondo, una ridente provincia abruzzese subisce, quasi inconsapevolmente, un cambiamento epocale. Dalle ceneri della Virtus Lanciano, nasce il primo movimento calcistico di Montesilvano.

54mila abitanti bastano e avanzano per inseguire il sogno di una squadra professionistica di tutto rispetto. Esistono da anni modelli di provincia ben riusciti. Se pensiamo all'Empoli, alla Spal, al Carpi, al Parma, all'Atalanta o all'esempio più illustre del calcio di oggi, il Sassuolo. Dal palazzetto intitolato a Dean Martin, artista di origini montesilvanesi, comincia il lungo cammino del Betis Montesilvano.

Tra sorrisi, amare delusioni e la follia di rincorrere il mito del calcio inglese, la città avrà per la prima volta un sapore diverso, innovativo e a tratti grottesco. "Leicester d'Italia" è disponibile e ordinabile anche in versione cartacea negli store Amazon di:

  • Italia,
  • UK,
  • Spagna,
  • Francia,
  • Usa
  • Canada,
  • Germania
  • Giappone
Torna su
IlPescara è in caricamento