Con il Coronavirus il teatro si fa on line, nasce #Restateacasa

Il programma della settimana è ricco di spettacoli: si va dal delitto on line (ci si collega a cena per giocare a... cena con delitto) alla lettura di favole per bambini, fino allo show game con tanto di premi per i vincitori

Quando si dice fare di necessità virtù: nasce il primo teatro virtuale “home-made”, letteralmente fatto in casa. Il nome non poteva che essere #restateacasa. Un ossimoro fino a poco tempo fa e, invece, ora è tutto cambiato! Come? Trasformando il proprio salotto in un palcoscenico virtuale, e le giornate in cartelloni con tanto di programma e scelte per tutte le età.

Un teatro rigorosamente senza spettatori o meglio, gli spettatori ci sono, ma sono tutti on line. Un modo nuovo per usare i social. La compagnia Inchiostro Storytelling di Rimini ha lanciato l’hastag #teatrodacasa. Il programma della settimana è ricco di spettacoli: si va dal delitto on line (ci si collega a cena per giocare a... cena con delitto) alla lettura di favole per bambini, fino allo show game con tanto di premi per i vincitori.

I premi sono rigorosamente on line, e si va dai libri a buoni sconto. Il programma è disponibile sulla pagina Facebook Inchiostro Storytelling. L’idea è venuta a due riminesi che da anni operano nel settore dello spettacolo e dell’intrattenimento:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo fatto di necessità virtù e, per la prima volta visto i social come strumento di complicità - ha dichiarato Letizia Putrone - Nelle dirette sin qui fatte, abbiamo ricevuto moltissime connessioni anche dall’estero: Parigi, Londra ed altri Paesi europei. Ora stiamo studiando anche degli spettacoli notturni in modo che possano andar bene anche per i nostri connazionali oltremanica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • Coronavirus: morto a Pescara Nicola Marcantonio, proprietario del castello di Cepagatti

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Coronavirus, morto 58enne pescarese Antonello Bianco: il ricordo del sindaco Masci

  • Paura al Carrefour di Porta Nuova: accoltellato un portiere [FOTO]

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

Torna su
IlPescara è in caricamento