A Città Sant'Angelo si riscopre il Montonico, il vino "perduto" nel tempo

In quella zona della provincia di Teramo che confina con il pescarese, comprendendo dunque anche Città Sant'Angelo, c'è un vino che nel tempo si era perduto e che adesso, invece, sta per ritrovare la strada smarrita. Parliamo del Montonico, pregevole vitigno autoctono che grazie all'azienda agricola Sciarr è tornato al suo antico splendore. Tutto merito di una precisa volontà della famiglia D'Alesio con cui, all'insegna di un metodo di produzione rigorosamente biologico, si è proceduto al recupero e alla rivalorizzazione di un vero e proprio tesoro enoico, caratteristico di queste terre.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO | A "Live - Non è la D'Urso" il ristorante delle sexy maggiorate pescaresi

  • Il Titanic di piazza Salotto finisce su Rai 2 insieme all'Iceberg di Lanciano, piovono critiche a "Detto Fatto" [VIDEO]

  • Scivolano sul ghiaccio, morti due escursionisti sulla Majella: gli aggiornamenti

  • Cordoglio e dolore per la tragica morte di Matteo Martellini - FOTO -

  • Ritrovato morto l'uomo disperso sulla Majella, era un carabiniere [FOTO]

  • Trovato morto il 37enne di Città Sant'Angelo scomparso sul Gran Sasso

Torna su
IlPescara è in caricamento