Via Lago di Borgiano: le palazzine sgomberate erano inagibili già dalla nascita?

Le tre palazzine di via Lago di Borgiano sarebbero "nate" già inagibili ovvero con cemento in quantità inferiori rispetto a quanto previsto dalla legge

Le tre palazzine di via Lago di Borgiano sarebbero "nate" già inagibili ovvero con cemento in quantità inferori rispetto a quanto previsto dalla legge. E' quanto sarebbe emerso durante la Commissione Vigilanza del Comune ed ora Pescara Mi Piace si prepara a presentare un esposto alla Procura per chiedere chiarimenti sulle procedure avviate da Ater ed amministrazione comunale.

A sostenere la tesi è l'architetto Virginio Angelini, Direttore della Labortec, l’azienda specializzata che ha effettuato le perizie sui palazzi e che ha determinato il loro sgombero. Armando Foschi sottolinea dunque come non possa essere attribuita al terremoto l'inagibilità e dunque l'intera procedura messa in campo dal Comune sarebbe illegittima. 

VIDEO | Le immagini delle case sgomberate

"A questo punto ci chiediamo perché la Protezione civile regionale abbia tirato fuori dal cilindro il pretesto del terremoto, e come può giustificare l’accesso e l’utilizzo dei fondi per l’autonoma sistemazione da parte del Comune che non è supportato da alcun pezzo di carta. Non basta: abbiamo chiesto all’assessore Blasioli perché le procedure di riassegnazione dei nuovi alloggi provvisori non sono stati gestiti dalla Commissione Erp-Mobilità, come previsto dalla legge e come anche il Direttore Di Tella ha confermato che sarebbe dovuto accadere, e l’assessore Blasioli in maniera palesemente imbarazzata ha scaricato la responsabilità sul Dirigente Pierpaolo Pescara che avrebbe autonomamente scelto tale procedura, che viola palesemente la legge"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pescara Mi Piace dunque presentando un esposto alla magistratura chiederà di verificare l'intera procedura e soprattutto il perchè Alessandrini e la Giunta non abbiano potuto sfruttare i 100 alloggi Ater occupati abusivamente e perfettamente recuperabili da poter consegnare nel giro di pochi giorni agli sfrattati di via Lago di Borgiano. Ieri, lo ricordiamo, c'era stato il corteo di protesta di alcune delle famiglie interessate dallo sgombero che fra l'altro parlano di atti di sciacallaggio e vandalismo all'interno delle loro ex abitazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • Coronavirus, altre cinque vittime in Abruzzo: tre sono del Pescarese

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

Torna su
IlPescara è in caricamento