Usura e minacce ad un meccanico per un debito: arrestati quattro pescaresi

Si tratta di quattro nomadi con precedenti arrestati dai carabinieri ieri a Pineto, durante un incontro con il debitore, un meccanico del posto a cui avevano chiesto 13 mila euro a fronte di un prestito di 6 mila euro

Hanno chiesto 13 mila euro di interessi per un debito di 6 mila euro, minacciando più volte la vittima. Protagonisti della vicenda quattro giovani nomadi pescaresi, con un'età compresa fra i 22 e 34 anni di Montesilvano, Pescara e San Giovanni Teatino. Ad arrestarli i carabinieri di Pineto e Giulianova, intervenuti durante un incontro fra la vittima, un meccanico del posto, ed i suoi strozzini.

L'incontro è avvenuto nei pressi del Palavolley di Pineto, una trappola messa in atto dai militari per far scattare le manette. Uno dei nomadi, un 28enne pescarese aveva prestato nell'ultimo anno la cifra al meccanico che era in grave difficoltà economica, restituendo sempre tutto. Ieri all'appuntamento si è presentato assieme ad altri tre nomadi ed ha minacciato con un coltello la vittima, prima di essere arrestato. Tempo fa una precedente trappola dei carabinieri era fallita in quanto all'appuntamento si era presentato un emissario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Aeroporto d'Abruzzo diventa hub nazionale: sì all'allungamento della pista

  • Montesilvano, donna colpita alla testa da una pietra: la ricostruzione dei fatti

  • Incidente frontale nel Pescarese, ferita gravemente una ragazza

  • Francesco Totti a Pescara, la Rete impazzisce per il Capitano [FOTO]

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

  • Pescara, Spaccio di droga al "Ferro di Cavallo": arrestate dieci persone

Torna su
IlPescara è in caricamento