Uomo salvato in mare, bagnanti evacuati poco prima della grandine

Questa mattina, nella spiaggia libera tra Nettuno e Jambo, i bagnini Francesco Dorsena e Francesco Griffo de La Compagnia del Mare hanno salvato un ucraino che stava urlando tra le scogliere. Il bagnate ha ammesso di non saper nuotare

Questa mattina alle ore 10:45, nella spiaggia libera tra Nettuno e Jambo, il bagnino Francesco Dorsena de La Compagnia del Mare ha salvato un uomo che aveva notato urlare tra le scogliere. Francesco ha raggiunto il bagnante con il moscone che visibilmente andava a fondo; nel frattempo è arrivato un bagnante che era già in acqua, mentre nello stesso momento giungeva il collega Francesco Griffo a nuoto.

Sul posto, l'uomo che stava chiedendo aiuto (di origine ucraina) era visibilmente scosso. I bagnini l'hanno riportato a riva, sotto gli occhi della moglie e dei figli che avevano assistito alla scena. L'uomo ha ammesso di non saper nuotare e di essersi spaventato nel momento in cui si è reso conto che non stava toccando più il fondo. Non c'è stato bisogno dell'arrivo del 118.

Poco dopo, dalla centrale operativa Lifeguard - La Compagnia del Mare, è arrivato l'ordine di far evacuare tutti i bagnanti a causa dell'arrivo improvviso dei forti temporali e della grandine che in giornata hanno investito Pescara. Infatti, dopo 10 minuti dall'allerta e dopo che i bangini erano riusciti a far uscire tutti fuori dall'acqua per mettersi al riparo, le zone di Montesilvano, Pescara e Francavilla sono state colpite dal violento maltempo che tutti abbiamo visto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane perde il controllo del suo furgone e muore, ecco come si chiamava

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Il programma televisivo 'Food Advisor' fa tappa a Pescara [VIDEO]

  • Uomo trovato senza vita in casa, il cane lo veglia e aggredisce suo fratello

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

Torna su
IlPescara è in caricamento