Torre de’ Passeri, donati due defibrillatori al Comune

Saranno collocati nel plesso scolastico di via Dante Alighieri e nella farmacia del paese. La consegna è avvenuta ieri sera in Municipio nel corso di una cerimonia pubblica

Due defibrillatori per il primo soccorso sono stati donati dalla Fondazione onlus “Il Volo del Gabbiano” di Spoltore e dall’Associazione Volontaria “Pronto Soccorso e Pubblica Assistenza Onlus” di Novate Milanese al Comune di Torre de’ Passeri. Gli strumenti salvavita, che saranno collocati presso il plesso scolastico di via Dante Alighieri e nella farmacia De Luca Radocchia di viale Garibaldi, sono stati consegnati ieri sera in Municipio al sindaco Piero Di Giulio nel corso di una cerimonia pubblica, a cui hanno preso parte il presidente de “Il Volo del Gabbiano” Guido Di Nicolantonio, la dirigente scolastica Antonella Pupillo, il presidente del comitato locale della Croce Rossa di Cepagatti Constantino Camblor e i volontari Cri di Torre de’ Passeri.

“La comunità di Torre de’ Passeri ha incontrato la solidarietà di due associazioni, una di Spoltore, l’altra di Novate Milanese, la disponibilità della scuola e del territorio e la preziosa collaborazione della Croce Rossa – ha detto il primo cittadino Di Giulio – Siamo convinti che il defibrillatore, e il suo utilizzo consapevole a seguito di adeguata formazione, possa salvare una vita, anche per questo abbiamo voluto chiedere, con un atto deliberativo, ai Volontari di Croce Rossa di provvedere alla formazione per l’uso degli stessi e al controllo periodico per il loro funzionamento. Voglio, poi, ringraziare, per aver pensato alla comunità torrese, le due onlus di Spoltore e di Novate Milanese, la prima legata a Torre per le origini del suo presidente, un torrese doc; l’altra intervenuta in paese in occasione della manifestazione del giugno scorso Torre Street Art che ha acquistato il defibrillatore con il ricavato della vendita delle opere realizzate dai Migliori artisti internazionali della decorazione nel corso di quell’evento”.

Il principio di sussidiarietà e l’importanza del solidarismo sono stati ribaditi da Guido Di Nicolantonio, presidente dell’associazione Il Volo del Gabbiano che ha sottolineato come “un piccolo gesto può rendere più sicura una comunità. I nostri volontari, con il ricavato di una delle tante manifestazioni che li hanno visti impegnati, hanno deciso di pensare al bene più prezioso la sicurezza della vita umana - ha affermato Guido Di Nicolantonio - Ovviamente speriamo che non venga mai utilizzato, ma l’averlo pronto, con personale addestrato all’utilizzo, ci permette di affermare che bambini e cittadini saranno più sicuri”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A sua volta la dirigente Antonella Pupillo, ringraziando il Comune e l’associazione, ha sottolineato l’importanza di fare sistema fra istituzioni e mondo del volontariato, precisando che “il defibrillatore sarà a servizio non solo della popolazione scolastica (nel polo di via Dante Alighieri sono ospitati i bimbi del nido, della scuola dell’infanzia e della scuola secondaria di primo grado), ma anche delle tante associazioni sportive torresi e non che utilizzano assiduamente e nelle ore pomeridiane l’attigua palestra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Porta Nuova: giovane si suicida nella sua abitazione

  • Fa il bagno con la mascherina e rischia di morire soffocato: paura sul lungomare nord di Pescara

  • Scontro frontale auto-scooterone: tre feriti, due sono gravi [FOTO]

  • Scontro frontale tra auto e scooterone vicino all'aeroporto: gli aggiornamenti

  • Poliziotto aggredito a calci e pugni mentre effettuava un controllo sulla strada parco

  • Incidente all'alba a Catignano: scontro auto - moto, un morto

Torna su
IlPescara è in caricamento