Scontri prima della partita Pescara-Roma, condannati 7 ultrà giallorossi

A decidere per la condanna è stato il tribunale collegiale del capoluogo adriatico ieri pomeriggio, mercoledì 22 gennaio

Sono in totale 7 gli ultrà della Roma che sono stati condannati a 6 mesi di reclusione (la richiesta del Pm era 4 anni per tutti gli imputati) per gli scontri avvenuti nel 2010 prima della partita amichevole con il Pescara che si disputò allo stadio Adriatico-Cornacchia.
A decidere per la condanna è stato il tribunale collegiale del capoluogo adriatico ieri pomeriggio, mercoledì 22 gennaio.

Gli scontri tra le due tifoserie risalgono all'8 agosto del 2010 prima della sfida amichevole tra biancazzurri e giallorossi. Rimasero feriti tre uomini delle forze dell'ordine nel tentativo di separare le 2 tifoserie rivali entrate in contatto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assolti invece, per non aver commesso il fatto, gli altri 14 imputati: 9 tifosi del Delfino e 5 della Roma. Le condanne sono relative al reato di resistenza a pubblico ufficiale aggravata, mentre il reato contestato nell'altro capo d'imputazione, relativo a violazioni della normativa a tutela della correttezza nello svolgimento di manifestazioni sportive, era già prescritto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento