Michele Lambiase ha scritto al figlio prima di suicidarsi

Michele Lambiase ha scritto un'ultima lettera di addio al figlio, residente a Silvi Marina, prima di togliersi la vita. E' uno dei dettagli emersi a seguito del ritrovamento del cadavere dell'uomo, avvenuto ieri mattina in un casolare abbandonato del foggiano

Michele Lambiase, l'autore del duplice tentato omicidio avvenuto lo scorso 7 novembre a Montesilvano, ha scritto una lettera d'addio al figlio di tre anni e mezzo, prima di uccidersi.

Il documento, ritenuto autentico, è stato scoperto dai Carabinieri che stanno conducendo le indagini, dopo il ritrovamento del cadavere di Lambiase, avvenuto ieri mattina.

Sono stati alcuni cittadini bulgari, che erano arrivati nei pressi del casolare abbandonato per motivi di lavoro, a ritrovare il cadavere.

Uno di loro ha quindi allertato un suo amico, guardia giurata, che si è subito recato sul posto, il quale ha riconosciuto l'uomo ed ha avvisato le Forze dell'Ordine.

Lambiase era nel foggiano già da qualche giorno. Gli inquirenti pensano che avesse meditato il suicidio da diversi giorni, come lasciava intuire l'sms sul cellulare ritrovato e destinato al figlio.

AGGIORNATO ALLE ORE 12,40 DEL 17 NOVEMBRE 2008



Si sarebbe inginocchiato per poi  spararsi alla testa Michele Lambiase, l'uomo che ha sparato lo scorso 7 novembre all'ex fidanzata ed al suo attuale compagno.

Lo hanno stabilito le prime analisi condotte sul corpo dell'uomo, trovato morto questa mattina nel foggiano. Lambiase, la cui morte sarebbe avvenuta non più di tre giorni fa, è stato ritrovato nei pressi di un casolare abbandonato a qualche chilometro da Foggia.

Le Forze dell'Ordine locali avevano la certezza che il ricercato fosse nella zona, in quanto il suo cellulare era stato localizzato nei pressi della città di Foggia. Poi, da qualche giorno, il segnale era sparito.

Il colpo è stato sparato con una pistola calibro 7,65, probabilmente la stessa arma con cui ha tentato di uccidere a Montesilvano.

AGGIORNATO ALLE ORE 14,40 DEL 16 NOVEMBRE 2009

Michele Lambiase
è stato trovato morto questa mattina dalla Polizia nel foggiano.

L'uomo che lo scorso 7 novembre aveva sparato a Montesilvano alla sua ex convivente, che perseguitava da mesi, ed al suo attuale fidanzato, si è tolto la vita.

Da giorni ormai le Forze dell'Ordine gli davano la caccia, dopo il tragico episodio avvenuto in un parcheggio di via Verrotti.

Dell'uomo si erano perse le tracce, ed era cercato sia nel territorio pescarese che nella zona di Foggia, dove era residente.

Qualche giorno fa era stato ritrovato un suo Sms indirizzato al figlio, nel quale Lambiase chiedeva perdono al figlio per il gesto compiuto, dicendogli che non avrebbe potuto mai capire il motivo del gesto compiuto.

Da quel momento, il pensiero che Lambiase avesse potuto compiere un gesto estremo è diventato una possibilità concreta.

Secondo le prime ricostruzioni, Lambiase è stato trovato morto lungo la tangenziale di Foggia, in direzione San Severo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caprara di Spoltore, paura per un autobus Tua finito fuori strada: almeno 10 feriti, uno è grave - FOTO -

  • Cade da un palazzo e finisce in ospedale con un politrauma

  • Autobus Tua fuori strada a Caprara di Spoltore: gli aggiornamenti - FOTO -

  • Conservatorio in lutto, è morto il professor Luca Marconi

  • Spoltore, insospettabile beccato a spacciare dalla polizia: arrestato - FOTO -

  • Quattro ristoranti di Pescara e provincia nella Guida Slow Food 2020, ecco quali

Torna su
IlPescara è in caricamento