Riviera Nord, l'allarme di Blasioli:"I nuovi spartitraffico sono pericolosi"

Il consigliere comunale PD Blasioli segnala che i nuovi spartitraffico installati dal Comune all'altezza della rotatoria Paolucci, lungo la riviera nord, sono pericolosi

Immaginiamo la riviera nord di Pescara in piena estate, attraversata da centinaia di automobilisti e cittadini. Immaginiamola di notte, poi, quando l’arteria si trasforma nel regno della movida. E immaginiamo cosa potrebbe accadere al passaggio di un ambulanza o dei vigili del fuoco o di un autobus,  dopo che l’amministrazione Mascia, seguendo chissà quale senso logico, ha installato di fronte alla rotonda Paolucci, al centro della carreggiata, degli enormi spartitraffico di cemento.

Per ora, questi sono stati posizionati solo vicino alla fontana che “inneggia alle sigarette elettroniche”, ma il progetto, da me visionato, prevede che ne vengano inseriti altri, lungo tutto il lungomare fino al confine di Montesilvano.

.

Forse Mascia e Fiorilli hanno scambiato la riviera nord con la 9 De Julio Avenue di Buenos Aires, la strada più larga del mondo, tanto da prevedere dei salvapedoni (come li chiamano in Comune) ma, in realtà, si tratta di un azzardo inaudito, che non è assolutamente giustificato dall’ampiezza della strada.

Stazionando sul posto qualche minuto ho potuto notare le enormi difficoltà degli automezzi al transito e con loro degli autobus turistici, ma quando verranno realizzati fino al confine con Montesilvano, come prevede il progetto, è prevedibile che le stesse difficoltà saranno riscontrate anche dai mezzi della GTM.

E cosa succederà in piena estate? Con i motorini che percorrono la strada fiancheggiando le auto incolonnate, o la sera, quando la strada vive una nuova vita come via di accesso agli stabilimenti balneari?

La cosa che poi mi stupisce più di altro, però, è come non si sia stato tenuto in debita considerazione il passaggio dei mezzi di soccorso. Qualcuno ha provato ad immaginare un’ambulanza a sirene spiegate con le auto che cercano di accostarsi per favorirne il passaggio? Dove passeranno i mezzi di soccorso che si trovereranno la strada ristretta da questi cordoloni in cemento?

Ma non finisce qui. A ben vedere, i cordoli, che dovrebbero servire per il transito dei pedoni, fino ad oggi sono stati installati in posizione alquanto particolari. In prossimità di via Cavour sono stati messi proprio all’incrocio, ma il passaggio pedonale dovrebbe essere situato distante dagli incroci e anche qualche metro prima possiamo vedere che un cordolo è stato situato proprio in prossimità di un parcheggio a spina di pesce. Se si voleva offrire agli automobilisti in transito sulla riviera un brivido da roulette russa, l’obiettivo è stato centrato.

È evidentemente una “bizzarria”, che se doveva servire a rallentare le auto e garantire la sicurezza dei pedoni, in realtà ottiene il risultato opposto. Auspico un’immediata revisione del progetto che elimini questi cordoli in maniera immediata, prima che qualcuno posso riportare seri danni.

Il Consigliere Comunale PD

Antonio BLASIOLI

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come allontanare le cimici da casa ed evitare un’invasione

  • Funerali Astrid Petrella a Montesilvano, in centinaia per l'addio alla giovane donna e mamma

  • Incidente sull'asse attrezzato, carambola tra 3 veicoli: un ferito [FOTO]

  • Blitz delle forze dell'ordine in contrada Giardino a Montesilvano Colle [FOTO]

  • Uomo ritrovato morto in casa a Montesilvano

  • Rissa a colpi di bottiglie in un bar di viale Europa

Torna su
IlPescara è in caricamento